Giornata Mondiale in ricordo delle Vittime della strada. Nella Concattedrale di Cariati commovente e partecipata celebrazione

ASSOCIAZIONE CAPODANNO IN PARADISO

Comunicato stampa

Oggi 18 nov 2018 , Giornata Mondiale in ricordo delle Vittime della strada, si è tenuta nella Concattedrale di Cariati una commovente e partecipata celebrazione eucaristica, officiata da Don Angelo Pisani.

L’evento promosso dall’Associazione “Basta vittime sulla 106” è stato introdotto dalle riflessioni di Antonio Trento, portavoce dell’ Associazione “Capodanno in Paradiso” che ha auspicato una nuova coscienza personale e collettiva che trasformi il dolore e le lacrime in atteggiamenti concreti e fattivi a tutti i livelli, poiché non si può morire in modo assurdo per lo stato delle nostre strade ed in particolare per la tristemente nota SS106.

Al centro della celebrazione la deposizione sull’altare da parte dei familiari delle Vittime di una lampada ricordo. Anche la sindaca Filomena Greco ed il presidente dell’Associazione “Basta vittime sulla 106” ne hanno deposto una, rispettivamente in ricordo di tutti i familiari cariatesi non presenti e per tutte le vittime della SS106.

A conclusione della cerimonia , l’Assessore alla viabilità e al traffico Sergio Salvati , manifestando la vicinanza personale e dell’Amministrazione al dolore dei familiari, ha comunicato tutte le iniziative che sono già in cantiere sul tema della sicurezza stradale. Dal progetto di educazione stradale in fase di sviluppo ed in collaborazione con “Basta vittime sulla 106” e le Associazioni del territorio, all’impegno sulla nuova toponomastica e al piano sul traffico, nonché sui recenti incontri con i responsabili Anas sul nuovo tracciato della 106 che riguarda il Comune di Cariati.

L’ing. Fabio Pugliese ha concluso ricordando a tutti che  viaggiando sulle strade non si ha diritto di distruggere la felicità propria né quella degli altri ed ha rivolto un pensiero grato alle Forze dell’ordine ed ai soccorritori che svolgono con passione il loro prezioso lavoro a salvaguardia della vita umana.

L’associazione Capodanno in Paradiso, nella speranza che tante azioni intraprese e promosse dai vari Enti producano ricadute positive su questo annoso e drammatico problema, auspica che da parte del Governo da poco insediato non si creino ulteriori intralci alla realizzazione del 3° Megalotto dell nuova 106 , perché troppo sangue è stato già – a oggi inutilmente – versato su questa vetusta arteria. Troppo alto il tributo fin qui pagato anche in termini di sottosviluppo e conseguente tragica disoccupazione e fuga delle nostre migliori risorse. Si apra quindi prima possibile il cantiere e si acceleri sull’iter per il completamente del tratto Sibari – Crotone. La Calabria non ha più tempo!

 

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta