Rientreranno molto presto a Montegiordano i pezzi della chiesa della Madonna del Carmine

Una bella notizia. Rientreranno molto presto a Montegiordano i pezzi della chiesa della Madonna del Carmine, sequestrati nel porto di Gioia Tauro prima di partire per gli Stati Uniti. Come si ricorderà, la non facile operazione fu condotta dai carabinieri del Nucleo tutela patrimonio artistico di Cosenza. I pezzi della chiesa erano destinati all’installazione dell’artista Francesco Vezzoli nel cortile del Moma Ps1 di New York. Le 34 sezioni in muratura dell’antica cappella gentilizia, di notevole importanza artistico monumentale, erano state sequestrate dagli uomini del Nucleo tutela patrimonio culturale di Cosenza, in collaborazione con l’Arma di Corigliano Calabro e con l’Ufficio delle dogane di Gioia Tauro, in esecuzione di un provvedimento d’urgenza emesso dal sostituto procuratore di Palmi. Le sezioni murarie della chiesa si trovavano nel porto di Gioia Tauro, perfettamente imballate e collocate all’interno di 11 container, pronti per essere inviati negli Stati Uniti, senza alcuna autorizzazione alla loro esportazione. L’operazione di rientro a Montegiordano si svolgerà sotto la vigilanza dei carabinieri e del personale della Soprintendenza ai beni archeologici di Cosenza.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta