Il 28 gennaio nel carcere di Rossano la manifestazione culturale ”Note di libertà”

Partecipazione attiva dei detenuti di Alta sicurezza frequentanti il corso promosso dalla scuola crosimirtese guidata da Giuseppe Greco Iniziativa pianificata dall’Istituto musicale “Donizetti” di Mirto Crosia In occasione del Giorno della Memoria, dedicato alle vittime dell’Olocausto, mercoledì 28 gennaio, i detenuti del circuito Alta sicurezza del carcere di Rossano, offriranno, per il secondo anno consecutivo, uno spettacolo denso di emozioni realizzato con grande partecipazione e commozione. Si tratta di una manifestazione culturale nell’ambito del progetto “Note di libertà”, a cura dell’Istituto musicale “Donizetti” di Mirto Crosia. I detenuti sono stati preparati dal Direttore artistico del “Donizetti”, Giuseppe Greco, dal M° Giuseppe Fusaro (pianoforte), M° Salvatore Mazzei, (teoria e solfeggio), prof.ssa Letizia Guagliardi (docente di inglese presso l’Itis di Rossano) con il supporto della dott.ssa Angela Greco (educatrice). Sono previsti canti eseguiti da solisti e dal coro, brani eseguiti dai detenuti, scenette teatrali, poesie recitate e racconti sulla Shoa. <>, ha commentato il direttore della Casa circondariale rossanese, Giuseppe Carrà, <>. A giudizio del dottore Carrà basta ricordare, quasi in parallelo con la nostra civiltà, <>. Interessante il parallelismo <>, ha commentato il direttore Carrà, <>. L’ obiettivo del progetto ha spiegato Giuseppe Greco <<è portare sollievo in un luogo di disagio, donando un momento di arricchimento e gioia ai detenuti e al personale che opera nella Casa Circondariale di Rossano>>. La musica <>. Il progetto realizza attraverso lezioni settimanali, di circa due ore, dedicate allo studio della teoria musicale e alla pratica di uno strumento. A conclusione dell’anno è previsto uno spettacolo-concerto. Alla manifestazione sono state invitate a partecipare diverse autorità politiche, civili e religiose, numerose scuole, privati cittadini e associazioni di volontariato.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta