Sisma di magnitudo 6.3 registrato nell’isola di Cefalonia, in Grecia, ha fatto scattare il panico anche in Calabria.

Il sisma di magnitudo 6.3 registrato nell’isola di Cefalonia, in Grecia, alle ore 14.55 di domenica ha fatto scattare il panico anche in Calabria. La terra ha tremato, infatti, in buona parte del Sud Italia dove la scossa è stata percepita. Il fenomeno è stato avvertito in maniera sensibile anche nella Calabria jonica, in alcune zone della Puglia e in tutta l’area Mediterranea. Ai vigili del fuoco di Crotone sono arrivate più di 150 telefonate allarmate e la gente è scesa in strada anche sul versante ionico della provincia di Catanzaro. Nessun danno, comunque, è stato registrato. Nella notte tra sabato e domenica, invece, un lieve fenomeno sismico si era verificato in Sila, tra le province di Cosenza e Crotone. La magnitudo registrata è stata 2.1, i comuni più vicini Scala Coeli, Umbriatico, Terravecchia e poi Crucoli e Cariati sulla costa.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta