PIANO DI RIEQUILIBRIO FINANZIARIO: ANCHE L’ON. OCCHIUTO HA PRESENTATO UN’INTERROGAZIONE PARLAMENTARE

L’ON. ROBERTO OCCHIUTO HA PRESENTATO UNA DETTAGLIATA INTERROGAZIONE PARLAMENTARE SUL MANCATO PRONUNCIAMENTO IN ORDINE AL “PIANO DI RIEQUILIBRIO FINANZIARIO COMUNALE” DI CARIATI. IL COSIDDETTO “PREDISSESTO”, VISTO COME OCCASIONE RISOLUTIVA DEI TANTI MALANNI CHE AFFLIGGONO I CONTI DEL SISTEMA AUTONOMISTICO LOCALE, NEL CASO DEL COMUNE DI CARIATI, HA FINITO CON IL DIVENTARE UNO STRUMENTO DI FAVORE PER MANTENERE IN PIEDI UNA AMMINISTRAZIONE IRRESPONSABILE E “SPERPERONA” E DI DANNO PER I SERVIZI OFFERTI ALLA POPOLAZIONE, NONCHÉ DEI SALDI DELLA FINANZA PUBBLICA. -DICHIARAZIONE STAMPA – Negli ultimi mesi dello scorso anno, constatata la non più tollerabile situazione delle finanze comunali, oltre che il più totale stato di degrado, incuria ed abbandono che imperversa ormai da troppo tempo nella nostra cittadina, ho inteso attivare tutti i miei canali politici ed istituzionali per cercare di capire il perché della mancanza di notizie in merito al “Piano di Riequilibrio Finanziario Pluriennale” comunale e al suo iter procedurale di valutazione. È di tutta evidenza che quest’ultimo stia riscontrando lungaggini inconciliabili con i termini fissati dalla legge e neppure giustificabili alla luce di qualsivoglia buon senso. L’ON. Roberto Occhiuto, da me informato, dopo aver preso visione della corposa documentazione esistente, in data 08 Gennaio 2015, ha inteso presentare alla Camera dei Deputati una Interrogazione Parlamentare al Ministero dell’Interno ed al Ministero dell’Economia e delle Finanze, al fine di conoscere i motivi per i quali la pratica del “predissesto” approvato dal comune di Cariati nel lontano mese di Marzo 2013, ancora oggi, non sia stata definita dall’apposita Commissione Ministeriale, nonostante i precisi e rigorosi termini previsti dalla legge per la conclusione della stessa. In tale Interrogazione parlamentare l’ON. Occhiuto intende conoscere le ragioni del clamoroso ritardo che, certamente, non aiuta la comunità cariatese ma, invece, la danneggia gravemente e quali iniziative di competenza si intendano adottare in relazione al processo di indebitamento del Comune di Cariati. A mio avviso un tale stato delle cose sta generando una situazione economico-finanziaria nociva ed irrecuperabile per il Comune di Cariati, sommerso da un mare di debiti che impediscono ogni forma di ripresa e crescita del nostro Comune. A Cariati i servizi primari ed elementari non vengono più garantiti, il tutto in un contesto di totale precarietà e insufficienza. Su tutti si citano il servizio della Nettezza Urbana, il servizio idrico, la viabilità, la pubblica illuminazione. Problemi che sono sotto gli occhi di tutti ma che, purtroppo, non trovano alcuna risposta da parte dell’attuale amministrazione. Per non parlare dello sbando degli uffici comunali, privi di qualsivoglia direttiva politica da parte del Sindaco e della Giunta che continuano a dis-amministrare, ad essere latitanti ed inconcludenti su ogni esigenza e problematica, senza dare un segnale concreto e positivo della loro presenza istituzionale nell’interesse della collettività. Mi auguro che l’iniziativa politica promossa dai parlamentari calabresi ON. Occhiuto alla Camera dei Deputati e precedentemente dall’On. Molinari al Senato della Repubblica, possa essere di aiuto alla risoluzione del dramma che sta vivendo il nostro Comune. Si riporta in allegato il testo dell’interrogazione presentata dall’On. Roberto Occhiuto. CARIATI, LI’ 19/01/2015 IL CAPOGRUPPO U.D.C. – Cariati e CONSIGLIERE COMUNALE Dott. Francesco Cosentino

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta