Lista Civica “VIVIAMO CARIATI – INSIEME” Il nostro progetto collettivo per la collettività Il patto con gli elettori Mandato Amministrativo e Consiliatura 2011-2016 Documento sugli indirizzi programmatici

Lista Civica “VIVIAMO CARIATI – INSIEME” Il nostro progetto collettivo per la collettività Il patto con gli elettori Mandato Amministrativo e Consiliatura 2011-2016 Documento sugli indirizzi programmatici <> (Marco Aurelio, Conversazioni con se stesso) Care cittadine, cari cittadini, nelle pagine successive potrete leggere il nostro programma politico-amministrativo per il prossimo mandato e per la prossima consiliatura. Non è e non vogliamo che sia ridotto ad un così detto programma elettorale. Piuttosto lo abbiamo pensato e costruito come un Progetto collettivo e per la collettività che valga come possibile “guida” per un percorso di crescita per Cariati e per i cariatesi. Del resto la politica non può che essere il luogo dei progetti collettivi e per la collettività; il luogo nel quale una Comunità (intesa come unità ma anche come insieme di individui che, nella loro individualità, sono legati dalla comune appartenenza ad un’identità collettiva e complessa) pensa e costruisce il proprio futuro. Ma, secondo l’accezione più vera, quella che risale all’antica Grecia, attività politica non significa semplicemente occuparsi degli affari dello Stato o, della Comunità, ma, ancor prima, significa estrinsecare in senso amplissimo la propria personalità nella polis e, pertanto, acquisire ed esprimere pienamente ed in ogni momento la propria qualità di cittadino, con conseguente assunzione di responsabilità. La politica è, dunque, una dimensione strettamente legata alla libertà di tutti e di ciascuno. Essa, in definitiva, è una dimensione ineliminabile della nostra personalità se non a costo di rinunciare alla principale e più profonda espressione della nostra umanità: la nostra libertà. Proprio a fronte di questo profondo significato della politica riteniamo di dover porre al centro del nostro documento programmatico l’allargamento della partecipazione dei cittadini ai percorsi politici e amministrativi, affinché si possa diffondere nella nostra Comunità il senso di una cittadinanza consapevole e responsabile rispetto ai propri diritti – ma anche ai propri doveri! – e si possa produrre un generale, necessario, innalzamento del livello di senso civico. In coerenza con tale intento – consci che un programma politico-amministrativo pur dovendo doverosamente aspirare alla compiutezza non può basarsi sulla pretesa della perfezione o anche soltanto dell’autosufficienza – abbiamo concepito questo nostro progetto come un’occasione di riflessione collettiva sulle “cose” da fare per rendere migliore il nostro futuro (collettivo e individuale) e, in particolare, per indicare una prospettiva di crescita economica, sociale, culturale e politica per la nostra città nei prossimi cinque anni. Il nostro programma, pertanto, costituisce sì un “patto con gli elettori” a mezzo del quale ci assumiamo la responsabilità sugli impegni in esso contenuti ma, nel contempo, costituisce un “cantiere aperto” di costruzione delle prospettive politiche collettive, giacché la riflessione comune, che deve necessariamente coinvolgere i cittadini-elettori, si snoda – appunto – come un percorso aperto e in divenire, suscettibile di arricchirsi dei contributi prodotti (o se si vuole provocati) dal dialogo e dall’ascolto reciproco. In altri termini, quello che vogliamo provocare a partire da questo documento e dalla campagna elettorale è un costante e proficuo rapporto dialettico tra amministratori e amministrati, tra cittadini, tra forze sociali e politiche. Un rapporto dialettico, insomma, che rivitalizzi e dia una sferzata, culturale e morale, alla Comunità cariatese che, da troppi anni, soffoca e si isterilisce, annichilita da un dibattito politico inquinato da un evidente eccesso di personalismi e vicendevoli acredini, attardato in una perenne polemica, nel contempo, querula, virulenta, mortificante e, ormai, stereotipata. Pertanto, nell’elenco delle priorità indichiamo, senza ombra di dubbio, quella di ricomporre un confronto politico che sappia rimettere al centro i problemi del nostro territorio e della Comunità, che sono tanti e, spesso, di difficile soluzione, e che possa finalmente connotarsi per equilibrio, serenità, rispetto reciproco, capacità di sintesi, pragmatismo, proficuità. In proposito, noi della Lista “VIVIAMO CARIATI – INSIEME”, confidiamo che tale clima di ritrovata serenità possa ingenerarsi già oggi e possa improntare di sé la campagna elettorale che dovrà essere la festa della Democrazia e non l’occasione di scontri personali e di vicendevoli contumelie. Quanto al merito delle politiche e delle azioni amministrative che si propongono nei vari settori d’intervento dell’Ente rimandiamo alle pagine successive di questo documento, con la consapevolezza che il presupposto necessario per la più efficace ricerca delle soluzioni è una condizione di stabilità politica e amministrativa, nonché di affidabilità del candidato a Sindaco e della compagine che si propongono per il governo della nostra città: elementi che noi riteniamo di poter garantire alla nostra Comunità. Cari cittadine e cittadini, riteniamo che possiate verificare e valutare i tanti risultati che in questi anni sono stati raggiunti un po’ in tutti i settori della azione amministrativa e possiate parimenti verificare e valutare gli errori commessi, che certamente ci sono. In proposito Vi invitiamo a valutare l’azione amministrativa posta in essere in questi anni e a decidere – con tranquillità di coscienza e senza pregiudizi – se essa possa valutarsi complessivamente in maniera positiva; Vi invitiamo a comparare quanto in questi cinque anni è stato fatto con quanto si è fatto nei precedenti mandati amministrativi e a decidere – secondo coscienza e non in base a “dovere di appartenenza” – se i percorsi virtuosi intrapresi meritano un futuro nell’interesse della collettività o se quanto in questi anni realizzato debba essere abbandonato per ricominciare da zero. Noi siamo convinti che, finalmente – dopo decenni, dopo ben due commissariamenti -, non si debba ripartire da zero ma che si possa riallacciare un percorso collettivo che non può interrompersi soltanto perché scade un mandato amministrativo. Certo, è necessario apportare i dovuti aggiustamenti e correggere gli inevitabili errori, ma sempre in un’ottica di crescita e progresso. E’ con questo intento che facciamo espresso richiamo al programma già presentato nel 2006 e del quale il presente è da considerarsi un’integrazione, affinché si possano verificare le cose fatte e si possano riprendere quelle ancora da realizzare che, inevitabilmente sono ancora tante e tutte importanti. E’ questo il senso di un progetto politico nuovo che, partendo dalle cose fatte, sappia interpretare la realtà in divenire e costruire il nostro futuro; è questo il senso della nostra proposta politica. Anche questo senso pensiamo sia contenuto in questo documento. Vi auguriamo, pertanto, buona lettura e soprattutto … Buon voto! La lista “VIVIAMO CARIATI – INSIEME” Il Candidato a Sindaco Avv. Filippo Giovanni Sero

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta