INCARNATO IL PIÙ VOTATO DEGLI “ESTERNI”

INCARNATO IL PIÙ VOTATO DEGLI “ESTERNI” SOCIALISTI SODDISFATTI: RISULTATO LOCALE LUSINGHIERO AMMINISTRATIVE 2011, CI MISUREREMO SUI FATTI Cariati, Giovedì 8 Aprile 2010 – Prendiamo atto della lettura del dopo voto fatta da qualche corrispondente di quotidiani in questi giorni, come al solito superficiale e di parte. I risultati del Partito Socialista e del candidato Luigi INCARNATO sono lusinghieri e si attestano, ancora una volta, su percentuali e numeri tra quelli maggiormente ottenuti nei comuni della provincia di Cosenza e della Calabria intera. Purtroppo, il mancato raggiungimento del quorum, per effetto della legge regionale, ha impedito la riconferma, nel Consiglio Regionale, dell’uscente Assessore ai Lavori Pubblici che ha comunque ottenuto, in tutta la Provincia di Cosenza, circa 9 mila voti di preferenza. A dimostrazione che il risultato cariatese è più che positivo vi è anche un altro fattore: il compagno INCARNATO, risulta il candidato più votato, in assoluto, tra quelli che possono essere definiti “esterni”, non locali né cariatesi. I fatti pertanto smentiscono, ancora una volta, i dati di parte ed errati che si vuole per forza riportare all’attenzione del lettore. Se, in queste elezioni, si vogliono ricercare flop elettorali, la direzione è sicuramente tutt’altra e non interessa sicuramente il nostro partito ma altri che attendevano risultati di gran lunga superiori a quelli ottenuti! Come il risultato, non certo positivo di chi, gareggiando con la casacca dell’UDC, caratterizzato dalle stimmate del “candidato di casa” e quasi in perfetta solitudine, con il sostegno di autorevoli politici nazionali, non è riuscito a racimolare che mille voti di preferenza. Risultato che certo non serve a giustificare i trionfalismi che qualcuno, da quel che appare non il diretto interessato, vorrebbe far passare come reale, attraverso la stampa. In riferimento alle prossime amministrative, di certo nessuno potrà confondere l’elettorato esibendo certificati dell’anagrafe. Il nostro progetto politico avrà seguito con le dovute integrazioni e, perché no?, anche con nuovi contributi per la crescita e lo sviluppo della comunità cariatese. Comunque forti dei tanti risultati ottenuti in questi anni, al momento dovuto ci rimetteremo, con la serenità che ci è propria, al giudizio dei cittadini. Su quelle elezioni, al di là delle letture capziose, conteranno le cose fatte, i programmi e la capacità di dialogare con i cittadini, unica unità di misura, i fatti e non le parole, che i socialisti, e quelli cariatesi in modo particolare, continuano a preferire.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta