IMU PRIMA CASA AI FIGLI: Omissione o dimenticanza dell’Amministrazione Comumale?

Il Comune di Cariati non si è avvalso della facoltà di equiparare le abitazioni concesse in comodato ai parenti di primo grado (figli o genitori) alle abitazioni principali. Questa omissione impedisce di godere l’esenzione o l’aliquota agevolata – prima casa- e le detrazioni spettanti ai tanti cittadini che hanno avuto dai genitori la possibilità di occupare come casa di abitazione l’immobile intestato ai genitori stessi. Nel nostro Comune sono tanti i casi del genere, perché dobbiamo ricordare che negli anni passati le costruzioni, anche se intestate ai genitori, venivano realizzate per darle come abitazione ai propri figli. Queste abitazioni dovranno quindi pagare l’imposta con l’aliquota maggiorata!!! Un rapido excursus della normativa ci chiarisce le cose, e mette in evidenza la grave omissione (o dimenticanza ?) dell’Amministrazione Comunale di Cariati che non ha approfittato di questa occasione offerta dal legislatore nazionale. Il regolamento ICI del Comune di Cariati approvato con delibera consiliare n. 131 del 27/12/1998 , all’art.5 prevedeva l’assimilazione alla prima casa di quella data in comodato ai parenti entro il terzo grado. Per l’anno 2012 il legislatore nazionale non ha confermato quel tipo di agevolazione, sicchè nel regolamento IMU approvato dal Consiglio Comunale con delibera n.49 del 29/10/2012 non figurava più quell’agevolazione. Ma, recentemente, con D.L. n. 102 del31/8/2013, convertito in Legge n. 124 del 28/10/2013, con l’art. 2/bis, il Governo nazionale ha voluto ripristinare quel tipo di agevolazione lasciando ai Comuni la possibilità di normare in merito in occasione dell’approvazione della tariffa IMU 2013 e relativo regolamento, il cui termine ultimo era fissato al 30 Novembre 2013. Il Comune di Cariati, purtroppo, non ha ritenuto di approfittare di questa opportunità, negando a tanti cittadini di poter godere di questo beneficio, pur sapendo benisssimo che tali fabbricati sono stati realizzati con enormi sacrifici per le abitazioni dei figli. (Cataldo De Nardo)

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta