Il Gruppo Civico “L’Alternativa”, riunito ieri, è pronto a scendere in campo!

CARIATI, 5 dicembre 2015 – Si è riunito ieri il Gruppo Civico “L’Alternativa”, il quale sta lavorando alla costruzione di una possibile soluzione che possa arginare il degrado etico, morale ed urbano in cui versa la comunità cariatese. Senza affannarsi alla ricerca dell’origine dei “mali”, e forti dell’esperienza di cinque anni trascorsi al servizio esclusivo della collettività, “L’Alternativa”, lancia la sfida e propone alla società civile, ed alle persone di buona volontà, ipotesi di buona “amministrazione” in grado di contrastare il malcostume imperante che ha ridotto Cariati ad essere la “Cenerentola” non solo del Basso Jonio cosentino. Dobbiamo riappropriarci del ruolo che la nostra millenaria storia ci ha assegnato. Ma è necessario farlo con umiltà di intenti e privi di ogni ipocrita tentazione. Cariati è dei cariatesi, soprattutto di quelli che soffrono ogni giorno perché stentano nel semplice esercizio quotidiano del vivere. Cosa possiamo fare? Innanzitutto aggregare persone libere da qualsiasi condizionamento che abbiano come unico obiettivo un cambiamento radicale del paese non solo e non tanto da un punto di vista economico ma soprattutto da un punto di vista morale e sociale. In questo momento storico di difficoltà si ha il dovere di stare vicino a tutti coloro i quali soffrono i disagi di un tempo divenuto impietoso verso i più deboli. “L’Alternativa” si spenderà affinché tutti possano disporre delle stesse opportunità. Il lavoro di 5 anni dei consiglieri comunali di minoranza è palese: ogni volta, però, si è scontrato contro i “poteri forti” di chi amministra dal 2006 senza aver prodotto il minimo beneficio per i cariatese. Si è detto, ed è vero, che la crisi globale ha bloccato ogni prospettiva di crescita, però su questo principio si sono cullati l’inerzia e l’inoperosità di una giunta civica che ha traghettato Cariati, in un precipizio senza fine. Noi abbiamo il dovere di azzerare ed archiviare questo buio periodo della nostra storia. E ricominciare. Daccapo e con tutti coloro che davvero hanno a cuore Cariati e i cariatesi. Altri discorsi sui massimi sistemi non c’interessano. L’Alternativa

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta