Il 27 Ottobre 2011, resterà una data storica per Cerchiara. Un punto di “non ritorno”, nello svolgimento della vita politico-amministrativa e del futuro di questo nostro “piccolo ma tenace” paese

DICHIARAZIONE DEL SINDACO DI CERCHIARA Il 27 Ottobre 2011, resterà una data storica per Cerchiara. Un punto di “non ritorno”, nello svolgimento della vita politico-amministrativa e del futuro di questo nostro “piccolo ma tenace” paese, sebbene l’imperversare della criticità demografica e della crisi economico-sociale in cui ci dimeniamo, potrebbe far apparire pletorica e mistificante l’assunto iniziale. Nonostante le piccole dimensioni della nostra realtà e la relatività delle problematiche ascrivibili ad un piccolo paese della Calabria, attraverso la strada maestra dell’Onestà intellettuale, dell’amore per questo nostro borgo e dell’Etica, l’Amministrazione Comunale in appena 28 mesi dal suo mandato rappresentativo, il 27 ottobre, porta a termine il più importante e caratterizzante degli impegni assunti nei confronti degli elettori a difesa dell’ambiente, della salute e delle dinamiche produttive ecosostenibile: l’Atto transattivo ambientale globale sottoscritto con ENI del SIN Crotone-Cassano-Cerchiara, al termine della totale rimozione delle ferriti di zinco e dall’ avvio della Bonifica (i cui atti sono pubblici ed a disposizione di quanti avessero contezza ed interesse a conoscerne la sostanza). Una successo primogenio in Italia, quale giusta conclusione di un percorso lungimirante e di avvedutezza, che esula dal mero risarcimento economico, sebbene sostanziale per le nostre esigue e languenti casse, prodotto di un proficuo incontro tra le parti e che marca nello specifico la strenua caparbietà di una Amministrazione ad esigere il rispetto della propria autodeterminazione e del danno territoriale subito per colpa di “uomini avidi e cinici” , che solo la prescrizione del procedimento penale a loro carico ha sgravato dalle pene della Giustizia ma non assolta la esecrabilità morale del loro delittuoso comportamento. In 28 mesi, tanto incalzante attivismo da “protagonisti” presso le Istituzioni della Repubblica preposte, tanti tavoli di servizio interistituzionali, tante iniziative pubbliche, tanta interlocuzione con le massime autorità sanitarie a fronte di 15 anni di permanenza delle ferriti di zinco sul nostro territorio è stato premiato da un risultato indiscutibile, centrato, grazie anche al ruolo della Procura della Repubblica di Castrovillari ed alla indissolubile sinergia con il Comune di Cassano allo Jonio: la rimozione totale dei rifiuti dal SIN di c.da Capraro a Cerchiara e da quelli di Cassano allo Jonio, l’avvio della bonifica e l’eccezionalità dell’atto transattivo ambientale globale a giusta ricompensa del danno. Un “punto di non ritorno”, anche per l’abbattimento della ritualità quasi tribale della lotta politica nei piccoli paesi, laddove il “bene comune”, “la crescita socio-culturale-economica” della comunità è sempre stata subalterna per non dire ignorata, alla logica della sterile e codificata contrapposizione per partito preso pur di pervenire alla “appropriazione e gestione di quel piccolo potere quotidiano”. Un Agire che supporta una concezione “nuova” di intendere la “rappresentatività pro-tempore di una collettività” e premessa indispensabile per la crescita sociale ed economica della comunità. Ed è a questa intera Comunità Cerchiarese di 2550 residenti, a tutti i Cerchiaresi non residenti ma anche a quanti amano per induzione o attrazione fatale questa nostra Cerchiara, che dedichiamo questo importante risultato complessivo, con l’augurio che ognuno di noi agisca con coerenza e onestà intellettuale per dare il proprio apporto costruttivo, tante volte decantato, alle sorti ed al futuro di questo nostro paese. In questa stessa giornata, 27 ottobre 2011, per pura coincidenza, con l’importante conferimento di un attestato concernente “Etica comportamentale nella Pubblica Amministrazione” alla nostra Amministrazione Comunale da parte della prestigiosa Fondazione Accademica “Sapientia Mundi”, presso la Pontificia Università Urbaniana” di Roma, uno sprone a perseverare in questo cammino, si è dato un giusto coronamento a questo risultato di grande valenza etica, laddove la tutela della terra di Cerchiara e della salute degli uomini che la vivono ha rappresentato e rappresenterà il “primum movens” del nostro agire pubblico. Continueremo, ad “umanizzare” questa “mission politica”, certi che un equa ed affidabile Pubblica Amministrazione, ispirando fiducia negli Amministratori, possa creare le premesse necessarie alla crescita economica e sociale, motivando l’agire dell’ imprenditoria locale, parte inscindibile alla riuscita di questo processo (pensiamo al Pane di Cerchiara, oramai un brand identificativo della nostra città, ed alle azioni messe in campo da questa Amm.ne , in continuità con quelle che ci hanno precedute,con l’istituzione della DE.CO Pane di Cerchiara o di un percorso IGP o DOP che dovrà scaturire da un protocollo d’intesa triennale sottoscritto con la Facoltà di Agraria dell UniMol, con alte competenze in materia, tutto al fine di implementare il futuro qualitativo, occupazionale merceologico del bene ed anche di altri prodotti alimentari che hanno costituito l’essenza storica della nostra frazione della Piana quale la liquirizia). L’”etica nella pubblica amministrazione” è quanto mai necessaria, soprattutto di questi tempi, non più procrastinabile, per rinsaldare quel patto tradito tra amministratori e cittadini elettori e nel contempo rappresenta la chiave di volta del “ Bene Pubblico” e del “buon agire” a cui noi vogliamo uniformare la nostra condotta riconoscendo nella imparzialità, nella legalità,nella integrità, nella trasparenza, nella efficienza, nella responsabilità e nella giustizia sociale non solo i parametri essenziali della Pubblica Amministrazione, riconosciuti dall’OSCE, ma i connotati precipui della nostra personalità. Ed il successo raggiunto nel campo ambientale né e l’esempio paradigmatico di quanta coerenza portiamo a questo assunto. Il sindaco Dott.Antonio Carlomagno

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta