E’ iniziato l’iter per la fattibilità della casa della salute a Cariati.

E’ iniziato l’iter per la fattibilità della casa della salute a Cariati. Sono circa nove i milioni di euro destinati al progetto, che prevede l’adeguamento della struttura dove ora sono allocati ambulatori ed uffici del distretto sanitario. Qui dovrebbero anche essere trasferite tutte le attività attualmente operative nell’ex ospedale che, invece, dovrebbe essere ceduto ai privati per la realizzazione di alcuni reparti di degenza ospedaliera. Gran parte della cifra, si pensa, sarebbe destinata all’acquisto di nuove tecnologie, compreso, forse, la tanto desiderata TAC (Cariati è l’unico presidio sanitario della fascia ionica ad esserne sprovvisto) e anche nuove attrezzature destinate alla riabilitazione cardiologia ed alla RSA. Se le cose andranno tutte nel verso giusto, dunque, il futuro sanitario di Cariati potrebbe avere una casa della salute pubblica ed una struttura ospedaliera privata. Le perplessità e qualche preoccupazione, tuttavia, non mancano. Soprattutto, per quanto riguarda la casa della salute, il problema potrebbero essere gli spazi. Allocare, infatti, nell’attuale struttura del distretto sanitario tutte le attività ora esistenti (RSA, cardiologia e riabilitazione cardiologica, Dialisi, Laboratorio analisi, Radiologia, Punto di primo intervento, gli ambulatori specialistici) ed anche altri nuovi servizi e diagnostiche che tutti si affannano a prometterci, sembra il gioco della quadratura del cerchio! Il sospetto non infondato è che, ancora una volta, con la scusa di trasformazioni e cambiamenti, il nostro territorio, già abbondantemente martoriato, possa subire ulteriori drastici tagli e più di un servizio possa essere ridimensionato o perdersi per strada. Sarebbe un’ulteriore insopportabile penalizzazione dei nostri cittadini! Pensiamo che ci sia più di un motivo, dunque, perché i politici locali si destino dal torpore in cui sono caduti da qualche tempo rispetto alla tematica sanitaria di Cariati. Magari, tra le varie, più o meno segrete, riunioni per la definizione delle prossime candidature, trovino anche il tempo di rendersi conto di quello che sta accadendo e di cosa altri stanno decidendo per noi…

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta