Dopo la chiusura dell’Ospedale ora tocca al servizio dialisi

Ho appreso, in data odierna, che tutto il personale infermieristico(9 unità) del servizio dialisi di Cariati,fiore all’occhiello di quel che resta dell’ospedale Vittorio Cosentino, ha chiesto di essere trasferito dal reparto ove attualmente presta servizio; il servizio dialisi di Cariati ha sempre erogato prestazioni mediche elevatissime, salvando decine di vite umane, ed assicurando un livello ed una qualità di vita ottimale a tutti i pazienti che ancora oggi ricevono le cure; conosco ad uno ad uno i nove infermieri, del servizio dialisi di Cariati, e so per certo che hanno sempre dato “tutto” in termini di professionalità ed abnegazione sul lavoro, spesso sottoponendosi a turni massacranti ; non mi spiego: Perché il trasferimento di massa? Perché privare un territorio, e decine di pazienti, del servizio dialisi? Perché Cariati continua ad essere saccheggiata e depredata di tutto? Voglio augurarmi che non ci sia una cabina di regia tendente a chiudere il servizio di Cariati per trasferire ed accentrare tutto a quello di Rossano(distante oltre 30 chilometri); qualcuno dimentica,però, che è a rischio la vita dei pazienti !!! auspico che quanti hanno responsabilità ,direttive ed amministrative, intervengano in tempo debito per non privare,ancora una volta, il territorio del diritto alla salute tutelato e garantito dalla Carta costituzionale; sia ben chiaro che seguirò l’evolversi della vicenda e che non farò sconti a nessuno; Lista civica “Fai Vincere Cariati” IL consigliere Tommaso Critelli

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta