CROSIA. LA BANDIERA VERDE SVENTOLA SUL LITORALE TRAENTINO

Anche per il 2021 Centofontane e la Baia di Borea sono spiagge a misura di bambino

CROSIA (Cs) – Lunedì, 31 Maggio 2021 – Anche quest’anno il litorale di Crosia e della Baia di Borea saranno insignite della Bandiera Verde dei Pediatri. La costa traentina, ancora una volta, scelta tra le migliori spiagge a misura di bambini. Litorale attrezzato, servizi per le famiglie, mare pulito e aria pura. Sono, queste, alcuni dei criteri adottati dai medici che in Italia, quest’anno, hanno assegnato 148 green flag. Russo: «Pronti a far sventolare con orgoglio la Bandiera Verde 2021 sulle nostre coste».

 

È quanto fa sapere il sindaco di Crosia, Antonio Russo, che ha ricevuto l’invito ufficiale a partecipare alla cerimonia di consegna della Bandiera Verde 2021 in programma per il prossimo Sabato 10 Luglio sul lungomare di Alba Adriatica (TM), anticipando alcune novità della prossima programmazione estiva.

«Insieme alla Giunta e al Presidente del Consiglio comunale con delega al marketing turistico, Francesco Russo – dice il Sindaco – siamo in fase di definizione della settima programmazione estiva 2021. Ci siamo quasi e presto le nostre spiagge saranno pronte ad ospitare turisti e bagnanti per un’altra stagione che speriamo possa essere all’insegna del divertimento in sicurezza e del relax. Soprattutto per le famiglie che, grazie alla Bandiera Verde, avranno la consapevolezza di poter vivere in un ambiente pulito, salubre e a misura dei loro ragazzi. Tra gli elementi di novità, quest’anno sul lungomare Centofontane sventoleranno le Bandiere Verdi e saranno accompagnate da punti informativi dove proprio le famiglie potranno avere informazioni sui servizi offerti gratuitamente dalla spiaggia traentina. Non solo, proprio nel contesto della programmazione estiva ci sarà una giornata dedicata alla Bandiera Verde con una manifestazione a tema che vedrà protagonisti i bambini residenti e quelli che si troveranno da noi in vacanza».

«Certo – aggiunge il Primo cittadino – essere insigniti di un riconoscimento così importante che ormai certifica, a distanza di anni, una prassi consolidata di buon governo nelle politiche ambientali, è anche un impegno gravoso che va mantenuto e di cui tutti, amministratori e cittadini, si devono rendere responsabili. Così come ricordato proprio stamani dal professore Italo Farnetani in un’intervista a Repubblica, infatti, non c’è un modulo di adesione per ricevere la Bandiera Verde. Tutt’altro. Questa viene riconosciuta a seguito dello studio da parte dei pediatri italiani di dati ambientali forniti dalle principali agenzie statali e regionali che si occupano di monitorare costantemente la salubrità delle acque e più in generale la qualità dell’ecosistema. Inoltre vengono valutati i dati dei servizi che una spiaggia offre, soprattutto tra quelli di pubblica utilità a cui si può accedere in modo gratuito. Siamo orgogliosissimi – conclude il sindaco Russo – che le spiagge di Crosia, ormai da 8 anni, rispondano in maniera puntuale a questi criteri. Vuol dire che il lavoro fatto finora è quello giusto».

©Ufficio stampa e comunicazione istituzionale

Print Friendly, PDF & Email