Ancora un duro attacco dei consiglieri di minoranza viene sferrato all’Amministrazione Comunale, con la richiesta al presidente del consiglio Leonardo Trento di convocazione urgente dell’assise

Ancora un duro attacco dei consiglieri di minoranza Filomena Greco, Francesco Cosentino, Tommasino Critelli e Mario Sero viene sferrato all’Amministrazione Comunale, con la richiesta al presidente del consiglio Leonardo Trento di convocazione urgente dell’assise con l’iscrizione all’ordine del giorno di ben sei problematiche: adesione alla Stazione unica appaltante della Regione Calabria; trattazione sulla risoluzione contrattuale Sogefil; istituzione ufficio tributi; istituzione della commissione di controllo e garanzia su bilancio e sui tributi; discussione sulla viabilità interna ed interpoderale e sull’illuminazione cittadina; revoca dell’atto deliberativo n. 18 inerente il regolamento riprese audiovisive del Consiglio comunale. Due i punti focali sui quali, probabilmente, la minoranza darà battaglia. La risoluzione contrattuale dell’Ente con la Sogefil accentuerà la maggior attenzione dell’opinione pubblica in quanto: “Il Comune di Cariati prendendo atto delle gravi inadempienze della Sogefil, soprattutto per il mancato riversamento delle somme riscosse, non ha inteso dare mandato legale per il recupero delle somme già versate dai cittadini e non riversate al Comune e perché ad oggi non risulta che l’Amministrazione abbia intrapreso all’obbligatorio procedimento della resa dei conti dell’agente contabile davanti alla competente Corte dei Conti. Inoltre la minoranza si interroga perché l’Ente sino ad oggi: “non ha inteso dare ai cittadini indicazioni sulle modalità di pagamento dei tributi comunali, cioè se gli stessi debbono avvenire ancora sui conti correnti intestati alla Sogefil o su un altro conto corrente intestato al Comune”. Altro punto caldo della prossima seduta consiliare riguarda la viabilità interna ed interpoderale e sull’illuminazione cittadina. Filomena Greco, Francesco Cosentino, Mario Sero e Tommasino Critelli asseriscono che dal 2006 ad oggi l’Ente non ha proceduto, nonostante le loro pressanti e reiterate richieste, alla manutenzione ordinaria e straordinaria della viabilità interna ed interpoderale, alla manutenzione della raccolta delle acque bianche nonché degli impianti di illuminazione pubblica. La minoranza denunzia che il manto bitumoso è completamente usurato e presenta per la quasi totalità delle vie cittadine vere voragini pericolose per l’incolumità dei cittadini. Gli stessi consiglieri sono firmatari anche di un manifesto, affisso sui muri e in tutti i ritrovi della cittadina, rivolto al sindaco Filippo Sero, che ha quale argomento principe la risoluzione contrattuale con la Sogefil. “Sindaco, e mo’… chi paga i danni? Dopo la risoluzione del contratto con la Sogefil, dovresti innanzitutto chiedere scusa ai cittadini e spiegare loro ciò che noi delle opposizioni ti chiediamo: perché non dici che fine hanno fatto i soldi versati dai cariatesi sui conti correnti della Sogefil? Perché non hai mai richiesto la polizza fideiussoria? Perché non è ancora possibile sapere quanti cittadini hanno pagato i tributi comunali negli anni 2009-2010-2011? Perché non dici quanto è costata la Sogefil al Comune di Cariati per il “servizietto” reso? Sindaco… ricostituisci l’ufficio tributi comunale e rassegna le dimissioni”.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta