ANC di Cariati ha organizzato, sabato scorso, un convegno su “La Storia dell’Arma dei Carabinieri nella provincia di Cosenza”.

Si è tenuto sabato scorso un convegno organizzato dall’’Associazione Nazionale Carabinieri di Cariati. Dopo i saluti del Presidente della sezione ANC di Cariati, Cataldo Santoro e del giovane Tenente della Compagnia dei Carabinieri di Rossano, Angelo Proietti è seguito l’intervento del prof. Mario Spizzirri su “La Storia dell’Arma dei Carabinieri nella provincia di Cosenza”. L’insigne studioso, attento, fine e profondo ricercatore della storia dell’Arma, ha dissertato, da par suo, con forbita oratoria, sulla storia e le vicende più peculiari, ignote ai più, dell’Arma dei Carabinieri nella provincia di Cosenza dai suoi esordi (1861) ai tempi odierni. In un ricco, sintetico excursus vi è stato un coinvolgente dipanarsi di episodi e di eventi (brigantaggio, terremoti, epidemie, ordine pubblico) che hanno posto l’Arma, come ha, efficacemente, evidenziato il prof. Spizzirri, alla costante attenzione e ammirazione delle popolazioni e delle cittadinanze del “Cosentino” che hanno potuto sempre usufruire della continua opera vigilatrice e rassicurante degli eroici e “silenziosi” soldati della legge che, ormai, fanno parte integrante del paesaggio e dell’immaginario collettivo non solo della provincia di Cosenza ma dell’intera Italia. Figure che, con il loro alto senso del dovere-valore e dello spirito di sacrificio, spinto fino all’estremo, hanno raffigurato, in maniera visibile, la grandezza e della “Benemerita”. Il convegno è stato seguito da una foto e qualificato pubblico e di numerose autorità militari e civili, tra le quali: il Luogotenente Nicodemo Leone, Comandante della Stazione dei Carabinieri di Cariati, il coordinatore provinciale A..N.C. Giacomo Lauricella, le A.N.C. di Cariati, Castrovillari, Roseto Capo Spulico, Cirò Marina, Corigliano, Rossano, il Cav. Luigi Crea delegato provinciale dell’ANIOC (Associazione Nazionale Insigniti Onorificenze Cavalleresche) di Crotone, i giovani della Protezione Civile di Calopezzati, il vicepresidente dell’Amministrazione provinciale di Cosenza, Pietro Lucisano e il sindaco di Terravecchia Mauro Santoro. Alla fine sono seguiti gli interventi di saluto del Ten. Giacomo Lauricella, responsabile provinciale dell’ANC e del sindaco di Cariati Filippo Sero, il quale, nel suo breve indirizzo di saluto, ha sottolineato la collaborazione attiva, continua e partecipata dell’A.N.C. di Cariati, alle manifestazione organizzate dal Comune, evidenziando, pure, la sensibilità umana e sociale del Luogotenente Nicodemo Leone, Comandante la Stazione dei Carabinieri di Cariati. La serata si è conclusa con un grosso concerto degli “Arangara”, il gruppo di musica etno-rock-autorale, nato come progetto personale del cantautore di origine calabrese Gianfranco Riccelli.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta