A Mirto Crosia tappa calabrese dell’associazione “Prima persona”

Svolta nel pala-taetro comunale di Mirto una conferenza in cui è stata narrata la “Calabria nel cuore” Ha fatto tappa a Mirto Crosia il viaggio itinerante di “ItaliaViva”. Un percorso alla ricerca delle tante storie che fanno grande l’Italia. In un periodo storico complesso ma ricco di opportunità, l’attuale azione di ItaliaViva (un progetto dell’Associazione politica e culturale “Prima Persona”, guidata dal Primo Vicepresidente del Parlamento Europeo, Gianni Pittella) mira a mettere in evidenza le diverse esperienze umane, sociali e imprenditoriali delle varie regioni d’Italia. Nella cittadina jonica “ItaliaViva” è arrivata per incontrare Domenico Tordo, quale ideatore e promotore del progetto “La Calabria nel Cuore”. Un giovane orafo che con la sua formazione, presso l’Istituto d’arte “Benvenuto Cellini” di Valenza” e le sue capacità artistiche sta conquistando ampi consensi in Calabria, ma anche al di fuori di confini regionali e, addirittura, nazionali. Nel corso di una conferenza, realizzata presso il pala-teatro comunale di Mirto Crosia, coordinata da Gianpaolo Latella, al maestro Orafo Tordo è stato consegnato dall’onorevole Pittella un attestato di merito per la sua capacità imprenditoriale e per l’importante progetto socio-culturale “La Calabria nel cuore” che punta a lanciare importanti input finalizzati a fare di questa regione un punto di riferimento per le generazioni attuali e future. Lo stesso onorevole Pittella ha evidenziato che <>, ha proseguito Pittella, <>, ha detto il Vicepresidente del Parlamento Europeo, <>. Ed ha aggiunto: <>. Durante la conferenza il sindaco di Crosia, Gerardo Aiello, ha messo in risalto che la scelta del giovane di ritornare nella sua Calabria deve rappresentare uno stimolo tutti. Il primo cittadino, inoltre, ha sottolineato che ascoltare dal vivo e da un giovane l’idea di considerare al COMUNICATO STAMPA N. 01 del 21-07-2012 Pag. 2 di 2 centro dei propri interessi la terra di origine è un’occasione che arricchisce. Dunque, per il preside Aiello è necessario <>. Infine, il sindaco di Crosia ha espresso il suo interesse nel coinvolgere Domenico Tordo in progetti di formazione negli istituti superiori, per fare in modo che la sua storia possa diventare anche una preziosa fonte di ispirazione per gli studenti. Cesare Loizzo, Assessore al Comune di Rende e coordinatore regionale di Prima Persona, ha fatto notare che l’on. Pittella sta cercando di dare visibilità alle “buone pratiche”. La buona pratica di Tordo è quella di essersi formato fuori regione ed essere ritornato nella sua Calabria. I giovani, ha detto Loizzo, non devono chiudersi a riccio, ma devono avere il coraggio rientrare nel proprio territorio e mettersi in gioco. Il maestro orafo Domenico Tordo, ha esordito dicendo che <>. A giudizio di Tordo <>. Ed ha concluso: <>.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta