Violenza contro le donne, ”Il mio canto… è libero”: così Cariati celebra il 25 novembre

Facebooktwittergoogle_plusmailFacebooktwittergoogle_plusmail

”Modartecultura” quali antidoti alla violenza, agli abusi ai maltrattamenti.

È stato questo il leitmotiv della splendida serata vissuta domenica 25 novembre al Teatro Comunale di Cariati.

Un evento ricco di talenti della moda, della musica, della danza e dell’arte orafa: erano presenti, tra gli artisti calabresi che hanno portato il loro estro al di fuori dei confini calabresi e che hanno offerto al pubblico una serata unica, Gerardo Sacco e Claudio Greco.

Un nuovo modo di celebrare questa ricorrenza, istituita nel 1999 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite per sensibilizzare l’opinione pubblica sul drammatico fenomeno del femminicidio.

La manifestazione ha avuto inizio con un video, realizzato con il contributo di tante donne cariatesi,  che ha ricordato le 71 vittime di femminicidio del 2017 e in particolare la nostra concittadina Battistina Russo, vittima di un brutale assassinio e alla quale già lo scorso anno era stata dedicata la panchina rossa.

Come ha ricordato Patrizia Funaro, durante la presentazione iniziale,  dal 1999 a oggi tanto è stato fatto ma tanto c’è ancora da fare. Nonostante alcuni piccoli segnali positivi,  sono a tutt’oggi allarmanti i dati sui femminicidi e sulle violenze subite quotidianamente dalle donne. Ma sono anche tante le donne che, con forza e determinazione,  sono uscite fuori dalla spirale della violenza: sono tornate alla vita, si sono riappropriate della propria identità e della propria libertà.

L’amministrazione comunale di Cariati e il sindaco Filomena Greco hanno inteso celebrare questa triste ricorrenza lanciando dei messaggi positivi. Tra questo uno è stato volutamente più forte degli altri: “la bellezza sconfigge la paura!” 

L’intera serata è stata dedicata alla bellezza dell’universo femminile.

Direttore artistico dell’evento l’istrionico stilista Claudio Greco, che ha presentato la sua collezione autunno-inverno 2018/2019 e, in anteprima assoluta per la Calabria,  direttamente dalla Milano Fashion Week, la collezione primavera-estate 2019. Al termine della presentazione di questi straordinari abiti, che sono vere e proprie opere d’arte, ha sfilato il meraviglioso e suggestivo abito dedicato alla città di Cariati, che lo stilista ha donato al sindaco Filomena Greco.

Ma la serata non è stata solo moda. Sul palcoscenico del teatro si sono alternate due bellissime voci, quelle del cantautore cosentino Alfredo Bruno e del cantante cariatese Rocco Fortino, che ha ricevuto la standing ovation da parte del numeroso pubblico presente.

Dopo di loro, altre emozioni con le coreografie di Lia Molinaro.

La danza come mezzo per esprimere in un linguaggio muto,  messaggi importanti come il “No alla violenza di genere”.

Molto toccante, infine, il racconto di una delle modelle, Zari, che ha testimoniato le violenze subite e il suo difficile percorso che oggi l’ha riportata alla vita, alla serenità e alla spensieratezza che ogni donna dovrebbe avere.

Molto apprezzata la sorpresa della grande attrice Fioretta Mari, che ha voluto regalare alla città di Cariati, verso la quale ha ormai un forte legame, un breve video in cui ha interpretato, dedicandola a tutte le donne, una bellissima poesia di  Frida Kahlo.

Il gran finale, in un tripudio di applausi,  ha visto sfilare i raffinati gioielli del maestro orafo Gerardo Sacco che ha presentato la sua ultima collezione.

Ogni gioiello del maestro Sacco, come sempre, racconta una storia, un’arte che affonda le proprie radici nella cultura magno-greca e nella tradizione contadina del Mediterraneo. Storie e tradizioni si fondono in uno stile originale e inconfondibile.

Gerardo Sacco, al termine della sfilata, ha donato un prezioso gioiello, realizzato appositamente per l’evento, che è stato riffato a fine serata.

Il consigliere Maria Elena Ciccopiedi ha spiegato il bellissimo dono ispirato alla storia di Cariati.

Si è trattato, dunque, di evento unico ed entusiasmante, molto apprezzato dal numerosissimo pubblico presente e fortemente voluto dal sindaco Filomena Greco e dalla consigliera Maria Elena Ciccopiedi che ha curato personalmente e con grande passione e impegno l’intera macchina organizzativa.

Print Friendly, PDF & Email
Facebooktwittergoogle_plusmailFacebooktwittergoogle_plusmail

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta