Via alle trivellazioni nel Mare Ionio

La vicenda era iniziata esattamente due anni fa

Facebooktwittergoogle_plusmailFacebooktwittergoogle_plusmail

Il Consiglio di Stato ha rigettato il ricorso della Regione Calabria che si era opposta alle trivellazioni nel mar Ionio. 

La Regione Calabria aveva entrato la via legale per bloccare la ricerca di idrocarburi davanti alle coste tra le province di Crotone e di Cosenza. 

La vicenda era iniziata esattamente due anni fa quando il Ministero dello Sviluppo economico, nel dicembre 2016, aveva rilasciato i permessi di ricerca di idrocarburi liquidi e gassosi nel Mar Ionio. 

Le proteste delle associazioni “No Triv” portarono il governatore Mario Oliverio a impugnare il provvedimento del Ministero davanti al Tar del Lazio e poi al Consiglio di Stato.

In data 31 dicembre 2018 è stato pubblicato sul BUIG (bollettino ufficiale degli idrocarburi e delle geo risorse) l’autorizzazione a tre nuovi permessi di ricerca petrolifera su una superficie complessiva di 2200 km/q a favore della societa’ americana Global MED LLC, con sede legale in Colorado, Usa.

Print Friendly, PDF & Email
Facebooktwittergoogle_plusmailFacebooktwittergoogle_plusmail

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta