Terravecchia: aspettando il Centenario nel 2021

Ricordiamo che nel 2021 il paese raggiungerà il prestigioso traguardo dei suoi primi 100

Ci avviciniamo alla fine del 2019. Mancano ancora pochissime ore e inizierà un nuovo anno. 

L’anno 2020, o meglio il 20 – 20 come molti intenderanno chiamarlo, sarà una ricorrenza importante per il piccolo e accogliente Comune di Terravecchia, al quale mi sento particolarmente legato sul piano affettivo e per i sani valori che ancora continua a esprimere. 

Ricordiamo che nel 2021 il Paese, che tiene compagnia dall’alto al Comune di Cariati, raggiungerà il prestigioso traguardo dei suoi primi 100 anni di vita. 

È stato istituito, infatti, nel lontano 1921 che segna il raggiungimento della sua sofferta autonomia. 

Il Sindaco, l’amico Mauro Santoro, al suo terzo quinquennio di mandato, saprà, unitamente al Consiglio comunale, nel corso del 2020 raccogliere idee, progetti, ricordi, al fine di festeggiare nel migliore dei modi un primato di enorme significato per una comunità che annovera concittadini sparsi in tutto il mondo. 

Di sicuro, un aspetto importante della ricorrenza dei 100 anni di vita sarà quella di rafforzare l’identità e i valori espressi nel tempo da Terravecchia, 

Inoltre, sarà una occasione per ripercorrere le tappe più significative della memoria storica della comunità e per riflettere sulle sue prospettive future, con sempre nuovo entusiasmo e coraggio. 

Ritengo che bisognerà attribuire all’anniversario una particolare solennità, coinvolgendo le più alte cariche pubbliche dello Stato e quelle a livello locale. 

Innanzitutto, già durante il 2020 in modo ambizioso inviterei a far parte del comitato d’onore il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, sempre molto attento e sensibile alla storia culturale dei piccoli Comuni italiani, che formano la vera ossatura della nostra Penisola.

Il Capo dello Stato è il primo sostenitore dello uno sviluppo più inclusivo e sostenibile delle nostre micro realtà. Un messaggio che non si stanca mai di diffondere. 

Il 2020 dovrà segnare una tappa importante allo scopo di costruire un ricco programma di festeggiamenti per Terravecchia, che dovrà vedere la più ampia partecipazione, sopratutto dei giovani terravecchiesi, vicini e lontani, ai quali va consegnato il testimone di una rigenerazione e di un rilancio del Paese.

Nicola Campoli 

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta