Sostegno ai piccoli Comuni: Terravecchia!

Urge un rovesciamento delle priorità

Terravecchia
Facebooktwittergoogle_plusmailFacebooktwittergoogle_plusmail

L’Italia dei piccoli Comuni resta sempre una realtà a se. Non è facile continuare a viverci, molto spesso specialmente per la mancanza di servizi primari.

È stata vinta di recente una “battaglia” importante da parte di molti Primi cittadini delle micro realtà. 

Poste Italiane SpA ha dotato dei primi 253 sportelli automatici Postamat alcune di queste piccole comunità, lungo l’intera penisola da Nord a Sud.

L’iniziativa porterà beneficio ai tanti residenti in special modo anziani, visto il crescente fenomeno dello spopolamento che interessa tali realtà, ma anche gli appassionati turisti che visitano in alcuni momenti i piccoli borghi. 

Ricordiamo che l’Italia è formata in gran parte da molti piccoli Comuni che non vanno lasciati assolutamente nel loro preoccupante isolamento. 

Al contrario, occorre puntare molto su questi luoghi che conservano ancora integri usi, costumi, valori, paesaggi e beni storici artistici quasi da rappresentare un Paese nel Paese.

La cura da parte del Governo centrale, unitamente alle amministrazioni regionali, dei piccoli municipi è anche un modo concreto per combattere il sentimento di sfiducia crescente della gente, che risiede in loco, nei confronti delle istituzioni. 

Resta sempre fondamentale porre al centro i bisogni delle piccole comunità che  si sentono sempre più escluse da ogni tipo di politica. 

Urge un rovesciamento delle priorità. Altrimenti assisteremo nel tempo ad una scomparsa totale di una parte consistente del nostro Paese. 

Nicola Campoli

Print Friendly, PDF & Email
Facebooktwittergoogle_plusmailFacebooktwittergoogle_plusmail

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta