Rotary No-isctus. Svolta conferenza stampa per la presentazione dell’evento.

Report della presentazione alla stampa, tenutasi a Cariati in data 19/1/2017, dell’iniziativa promossa dal Rotary club Cariati “Terra Brettia” riguardanti giornate di screening per la patologia cardiovascolare in particolare dell’Ictus Cerebrale.
Ricordiamo che in generale la patologia cardiovascolare causa poco meno della metà di tutte le morti In Italia. L’Ictus in particolare da solo causa il 13% delle morti, ed è al terzo posto per frequenza dopo infarto del miocardio e patologia tumorale in generale.
L’ictus, definito come un deficit neurologico, focale o globale, ad esordio improvviso e della durata superiore alle 24 ore, riconosce, come prima causa predisponente, la malattia aterosclerotica degli assi carotido-vertebrali e, come seconda, le patologie cardiache, in particolare la fibrillazione atriale.
A sua volta la patologia cardiovascolare è significativamente più frequente nei cosiddetti pazienti a rischio: ipertesi, diabetici, ipercolesterolemici, fumatori.
Durante l’incontro la presidente del Rotary Club Cariati “Terra Brettia”, Giuliana Greco, ha evidenziato l’impegno dei club Rotary nei service sanitari ricordando tra l’altro, lo screening per l’osteoporosi e la raccolta fondi per il progetto “End Polio Now” ed ha sottolineato l’importanza di promuovere campagne di informazione per far conoscere queste malattie con giornate di screening.
Il referente del progetto “rotary no- ictus” per il club di Cariati, l’angiologo Tommaso Spina, ha esposto l’articolazione della giornata di prevenzione. Il dottor Nicola Cosentino, cardiologo ha esposto l’importanza di una diagnosi precoce e la necessità di screening appropriati per ridurre l’insorgenza di questa grave patologia spesso asintomatica fino all’esordio. Il dottor Angelo Mingrone, cardiologo, ha esposto la pericolosità della patologia sia per la vita del paziente sia perché rappresenta una delle cause più frequenti di disabilità in Italia. Ha sottolineato inoltre come la ricerca scientifica stia mettendo a disposizione nuovi presidi sia diagnostici che terapeutici sempre più validi.
Durante l’incontro inoltre il dottor Sinibaldo Iemboli ha evidenziato, nel nostro territorio, la tragica carenza di strutture sanitarie specializzate nel trattamento di tali patologie (reparti di emodinamica interventistica e di “Stroke unit”) e quindi con ancora maggiore rilievo l’importanza di promuovere campagne di screening e di sensibilizzazione della popolazione a prevenire (vista la quasi impossibilità di curare) tali patologie.
Il programma di Screening prevede di effettuare gratuitamente, alla popolazione che si prenoterà telefonicamente, una serie di accertamenti che avranno lo scopo di evidenziare tali patologie.
In particolare verranno eseguiti, nel corso della stessa mattinata, una misurazione della pressione arteriosa, un ECG, eventualmente la misurazione, tramite stick, di colesterolemia e glicemia, un Ecocolordoppler dei tronchi SovraAortici.
Sono previste più giornate di screening sia a Cariati che nei paesi limitrofi.
La prima giornata si terrà in data 29/1/2017 presso il poliambulatorio medico “Vascolab” sito a Cariati in Via Provinciale, 22 e si avvarrà della collaborazione dei medici suddetti, partecipanti all’iniziativa.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta