Pietrapaola, l’Amministrazione Comunale boicotta la Proloco

Facebooktwittergoogle_plusmailFacebooktwittergoogle_plusmail

di Luca Giuseppe Murrone

<<Ci risiamo! L’Amministrazione Comunale di Pietrapaola, come ormai da consuetudine, ha voluto attuare un ottuso ostruzionismo nei confronti nostri>>.

Questa è l’ultima comunicazione, pubblicata dall’Associazione Pro Loco di Pietrapaola, la quale vuole evidenziare il forte disinteresse da parte dell’Amministrazione nei loro confronti.

Per l’associazione cittadina, erano in cantiere, una serie di iniziative per il bene del paese, ultima l’organizzazione della tradizionale festa di Carnevale.

È noto che le associazioni cittadine, come la Pro Loco, appunto, siano no profit e si pongono come obiettivo principale l’organizzazione di iniziative turistiche e culturali.

Questa volta, anche se da come lamenta l’Associazione, non è né la prima né l’ultima, da parte dell’ente comunale non è arrivata nessuna risposta, alla richiesta di occupazione di suolo pubblico della Piazza Rio sita in Pietrapaola Centro per garantire la riuscita della manifestazione di Carnevale a Pietrapaola “U Nannarellu”.

Una richiesta, quella della Pro Loco, inviata in data 20 gennaio, sotto forma di P.E.C. che ha lo stesso valore della tradizionale Raccomandata AR, che è stata letteralmente boicottata dal sindaco Luciano Pugliese e da tutta l’Amministrazione Comunale.

Inoltre, la Pro Loco, fa sapere che sempre con le stesse modalità, oltre a quella di occupazione di suolo pubblico, è stata richiesta anche la disponibilità di usufruire di locali comunali inutilizzati da adibire a Museo della Memoria, della Civiltà Contadina e dell’Artigianato Locale.

Purtroppo anche questa ulteriore richiesta di collaborazione tra Associazione Pro Loco Pietrapaola e Ente comunale è stata boicottata dall’ultimo e chi ci rimette sono sempre i cittadini.

 

Print Friendly, PDF & Email
Facebooktwittergoogle_plusmailFacebooktwittergoogle_plusmail

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta