Paura per la piena del fiume Crati

Si spera in un miglioramento delle condizioni climatiche,ma anche in interventi immediati sull’argine

Fiume Crati

Torna la paura in contrada Thurio dove l’argine del Crati è divenuto un sorvegliato speciale. 

Da mercoledì viene monitorata l’ondata di piena dopo che è stata riscontrata un’erosione dell’argine destro.

Oltre all’immediato sopralluogo da parte dei tecnici è stato richiesto alla Regione anche un intervento per il rafforzamento del tratto interessato e per la messa in sicurezza dell’intera area. 

Al momento però la situazione appare sotto controllo e pur se permane una comprensibile ansia l’ondata di piena sta defluendo, anche saranno fondamentali le prossime ore alla luce anche delle abbondanti piogge e nevicate registrate nel cosentino.

Intanto sono tornate le notti insonni per gli abitanti delle contrade di Thurio e Ministalla, alcuni dei quali sono ancora fuori dalle proprie case dallo scorso 28 novembre. 

Si spera in un miglioramento delle condizioni climatiche,ma anche in interventi immediati e risolutivi sull’argine.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta