Mi hai reso “giammai” contento

Le Tue parole dolci e penetranti hanno riempito inaspettatamente di suoni la mia mente

Le Tue parole dolci e penetranti hanno riempito inaspettatamente di suoni la mia mente.

Al punto che le parole hanno risuonato a lungo in me come un suadente ritornello. Non sentivano ragione di andare via.

Come quelle canzoni che ti entrano nella testa appena sveglio e non scompaiono sino alla sera. Non riesci a immaginare come sono entrate.

Io le ho sentite subito mie. Me ne sono rallegrato. Ne ho colto indifeso musica e colori.

Mi sono fatto cullare dalla fragranza dei suoni come se fosse un gradito profumo.

Non era un errore. Se mai lo avessi pensato.

Hai preso tra le Tue la mia grossa mano e hai puntato diretta al cuore, sfiorando il mio viso.

Come se già sapessi dove mirare. E perché mai avrei dovuto difendermi dall’amore puro?!

Gelosamente custodisco il suono di quelle parole in uno scrigno segreto. Impenetrabile agli ignari sconosciuti.

Nessuno me le aveva donate così naturali e profonde. Vere nell’animo.

Hai sciolto semplicemente le mie debolezze. Hai rotto i miei flebili ormeggi, mettendo a nudo le mie incaute paure.

Io solo per Te. Me l’hai fatto promettere ed io a promettere. Giuro ne sono orgoglioso.

Mi hai reso semplicemente felice come non mai! Un ricordo indelebile scritto di Tuo pugno sul mio cuore.

Un inno alla Vita a te che non Ti volevo con la certezza di amarTi.

Nicola Campoli

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta