LETTERA ALLA REDAZIONE: Sostegno ad amiche e amici che reclamano il diritto alla salute

Sono Giandomenico Fortino, Cariatese e studente presso l’università di Bologna, mi occupo di ambiente, socialità e diritti (compreso il diritto alla salute).

In questi giorni più che mai, la difficoltà a stare lontano dai propri cari e dal paese di nascita è amplificata ma, con grande senso di responsabilità, in molti come me rimasti al nord, abbiamo preferito preservare la nostra terra, perché sappiamo quanto sia difficile per i nostri territori combattere questa battaglia e per i nostri concittadini vivere questa guerra con la paura di non avere garanzie sul diritto alla salute.

Quello che, però, non smetterò di fare, anche se da lontano, è sostenere amiche e amici che reclamano il diritto alla salute e la riapertura dell’ospedale di Cariati.

Penso a Mimmo Scarpello, Giovanni Crescente, al Sindaco di Mirto, agli amici e le amiche del tavolo permanente per la difesa del Basso Ionio Cosentino ai quali va tutto il mio sostegno e la mia vicinanza.

Sperando di alimentare in maniera propositiva la battaglia per la riapertura del nostro ospedale, allego l’appello che ho rivolto alle forze politiche Regionali e Nazionali:

”Oggi vorrei fare un appello, invitando i governi Regionali e il Ministro della Salute Roberto Speranza a prendere in considerazione la riapertura di tutti quei presidi ospedalieri pronti all’uso e dismessi negli anni, per contenere la spesa sanitaria. Scelta, quest’ultima, rivelatasi fallimentare in quanto, per via della Mobilità Passiva, ha portato le Regioni del sud a spendere il triplo dei soldi che spenderebbero se i cittadini potessero curarsi nei propri territori.
In questo momento delicato, ognuno di noi è tenuto ad agire in maniera propositiva, cercando di fare tutto il possibile per far trovare pronti i territori più a rischio qualora dovesse aumentare la curva dei contagi.
Le comunità hanno bisogno di ripartire facendosi forza a vicenda. Per questo oggi i cittadini, forse ancor più della classe politica, sono chiamati a fare un ulteriore sforzo. Nel mio piccolo, sto cercando di dare sostegno alla richiesta di riapertura degli ospedali del Basso Jonio Cosentino, nello specifico quelli di Cariati, Trebisacce e Acri.”

#Insieme continueremo a reclamare la riapertura di tutti i presidi ospedalieri funzionali alla lotta contro il #covid19 insieme #celafaremo.

Giandomenico Fortino.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta