Le Lampare. L’Amministrazione Greco alla ricerca del nemico Immaginario

Facebooktwittergoogle_plusmailFacebooktwittergoogle_plusmail

Cariati. “Se sei amico del mio nemico allora sei mio nemico anche tu”.

E’ questa la nuova filosofia con cui l’amm.ne Greco prova goffamente a puntellare i brandelli delle posizioni politiche all’interno della comunita’. Un continuo “richiamo all’ordine” che non sempre, per fortuna, raggiunge gli effetti sperati e che, pero’ , nelle intenzioni non vuole risparmiare nessuno, ma proprio nessuno.
E’ il caso della nuova polemica, sfacciatamente strumentale, relativa al Centro Storico e sollevata attraverso un volgare attacco nei confronti dei concittadini riunitisi nei giorni scorsi – in presenza anche della Senatrice Corrado- per discutere di tutela del patrimonio storico/culturale della nostra Cariati e tacciati per questo come “carbonari”.
L’unica riflessione che tutto ciò suscita è che, se la situazione complessiva non fosse cosi drammatica, ci sarebbe solamente da ridere.
L’ amm.ne Greco ha definito “carbonari” i suoi cittadini riunitisi, loro si, alla luce del sole. Eppure, negli ultimi anni, proprio l’amministrazione ha propagandato come proprio “marchio di fabbrica” (mai accostamento fu più azzardato) il coinvolgimento dei cittadini nella gestione della cosa pubblica straparlando di consulte civiche di fatto mai realizzate.
Che tipo di partecipazione, ci chiediamo a questo punto desiderano lor Signori? La partecipazione dei cariatesi al loro teatrino tra cori, fiori e palloncini o una partecipazione critica, propositiva, consapevole?
Ed ancora, con quale licenza ci si puo’ permettere di nominare lavoratori, professionisti e cittadini interessati come “carbonari” quando molti tra gli stessi cittadini presenti alla riunione tante e tante volte si sono resi disponibili anche nei confronti di questa amm.ne pur essendo questa, da sempre, rinchiusa in se stessa, inerme, incapace di agire?
Sulla scorta di quali ragionamenti, per quali vantaggi collettivi confezionate comunicati totalmente di parte e inutilmente polemici usando canali istituzionali?
Perche’ non lanciate le vostre ridicole accuse come parte politica dell’Alternativa?
E poi, davvero siete ancora convinti che cosi facendo possiate nascondere la realta’ delle cose? Quella schifezza e’ ancora di fianco a Rione Valle. I problemi di ieri, nel Centro Storico, sono gli stessi di oggi e con un’ amm.ne cosi saranno gli stessi di domani.
Cio’ che voi state sublimando non e’ il concetto di bellezza ma quello della Vanita’ del nulla, il vuoto dell’agire riempito di fesserie, di polemiche. Allo stesso modo cio’ che voi chiamate partecipazione vorreste fosse sudditanza.
Tutto cio’ e’ ormai sotto gli occhi della comunita’ e sempre piu’ sono i cittadini sicuri che ormai il vostro tempo e’ finito, sempre di più pentiti di avervi dato il voto.
Siamo di fronte ad una nuova estate.
La affronterete chiedendo ancora ai cittadini di stare “citt citt” ? Oppure fanno bene i cittadini che reclamano i loro diritti e che a volte riescono a vincere le loro piccole e grandi battaglie rendendole pubbliche dopo aver trovato muri alzati da parte vostra(“…cantalill! cantalill!..“)?

Print Friendly, PDF & Email
Facebooktwittergoogle_plusmailFacebooktwittergoogle_plusmail

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta