“Il Risveglio”: una libreria per Cariati? Ci penso.

Proverò a verificare con calma se fosse possibile realizzare il percorso nel suo specifico

Il tema è molto attuale. Mi riferisco alla chiusura delle librerie lungo tutta la nostra penisola. 

Un fenomeno che, ahimè, è inarrestabile e che si fa fatica a tamponare anche per l’inflazionato acquisto in rete. 

Le vendite on line, infatti, rubano ogni anno sempre più mercato alle vendite di testi nelle librerie. 

Anche gli scaffali dedicati nei grandi ipermercati iniziano a registrare un calo piuttosto consistente.

Nonostante la crisi ci sono bene 13ML di italiani che sono monchi nel proprio Comune, o in quelli vicinori, di una libreria. Parlo di luoghi dove si vendono esclusivamente libri.

Subito ho pensato a Cariati che nello specifico manca anche di una biblioteca comunale, alla quale ho dedicato in passato inutilmente alcune mie note su cariatiNet.it.

Insomma, dinanzi anche a dei potenziali finanziamenti regionali e nazionali banditi annualmente, mai nessun amministratore pubblico ha colto l’occasione per invertire una così significativa mancanza.

Ebbene leggendo il dibattito che da un po’ di mesi riempie le cronache giornalistiche ho pensato immediatamente a Cariati.

L’idea è presto detta. Iniziare a fantasticare su un progetto di apertura di una libreria a Cariati. 

Dunque, un luogo piacevole che faccia della relazione umana il suo punto di forza, investendo sui bambini e ragazzi. 

Fondamentale diventerebbe il rapporto con il mondo della scuola inferiore e superiore, cioè coltivando il rapporto con i lettori del futuro. 

Non dimenticando i tanti e qualificati autori locali che potrebbero trovare così un valido alleato per presentare i propri lavori. 

I sogni fanno parte della vita. La rendono affascinante, colorata e con tanti imprevisti. 

Proverò a verificare con calma se fosse possibile realizzare il percorso nel suo specifico. 

In verità, se una piccola libreria è nata con successo, raccogliendo tanti attestati di condivisione nel corso degli anni, nella micro isola di Ventotene, forse non è poi così tanto una impresa impossibile replicarla a Cariati.

Buona domenica

Nicola Campoli 

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta