Giovani e lavoro: Cariati aderisce al bando regionale di Terre Jonicosilane

Un’opportunità per i laureati e le aziende calabresi.

Facebooktwittergoogle_plusmailFacebooktwittergoogle_plusmail

Filomena Greco ai ragazzi: «Siete le nostre eccellenze, non smettete di sognare e di credere in voi stessi»

Si chiama Piano locale per il lavoro ed è un bando regionale a cui hanno partecipato, insieme a Cariati, altri 18 Comuni del territorio. A raccontare i dettagli sui requisiti richiesti e sulle modalità di adesione è stata Benedetta De Vita, progettista del Pll e responsabile dell’Ufficio Europa del Comune di Rossano, città capofila, che lunedì scorso ha incontrato i giovani al Centro Sociale di Cariati.

Non tutti hanno previsto un seminario esplicativo. Cariati lo ha fatto perché, come ha spiegato la sindaca Filomena Greco, presente all’incontro, «i nostri ragazzi a volte si sentono demoralizzati. La Calabria non riesce ancora a sfruttare fino in fondo neanche le risorse umane e professionali che ha. E questa è una colpa grave.  A voi – rivolgendosi ai presenti – chiedo di non arrendervi: siete le nostre eccellenze, non smettete di sognare, di sfruttare ogni occasione interessante e di credere in voi stessi».

E a rappresentare il Comune c’era anche Pasquale Marino, consigliere comunale con delega alle Intercettazioni di Finanziamenti Regionali e Comunitari, che insieme alla Prima Cittadina, ha fortemente voluto la partecipazione al progetto.

DI COSA SI TRATTA. Il Pll è un’opportunità per i giovani fino a 35 anni. Consente ai 10 soggetti vincitori di usufruire del cosiddetto “voucher per la buona occupabilità”: un fondo del valore massimo di 12 mila euro per essere inseriti in azienda e per migliorare la propria formazione. Funziona così: ogni partecipante dovrà sviluppare un piano di avviamento al lavoro, che prevede un periodo di stage di nove mesi in azienda e la possibilità nell’arco di questo periodo di frequentare uno o più corsi di formazione compatibili con il percorso. Allo stage è stato assegnato un valore massimo di 7200 euro (800 euro mensili che verranno erogati dalla Regione Calabria), mentre al percorso formativo 4800 euro (che i giovani anticiperanno, ma che verranno loro restituiti).
Al termine del periodo, i giovani avranno due possibilità: beneficiare di un incentivo di massimo 20 mila euro per l’assunzione a tempo indeterminato; oppure, ottenere un incentivo non superiore ai 30 mila euro per la creazione di un nuovo lavoro autonomo, come l’avvio di una startup.

UN’OPPORTUNITA’ ANCHE PER LE AZIENDE. Com’è evidente, il Pll è un’occasione che neanche le imprese dovrebbero lasciarsi sfuggire. Possono ospitare giovani competenti e sempre più specializzati per nove mesi e usufruire della loro dote occupazionale per assumerli al termine dello stage in azienda.

A CHI SI RIVOLGE. Possono partecipare giovani fino a 35 anni che abbiano conseguito una laurea triennale, specialistica/magistrale, o del vecchio ordinamento. I settori di intervento individuati nel Piano sono l’agroalimentare, l’ambiente e il turismo. Le figure richieste sono esperti di marketing e comunicazione, esperti di green economy che guardano al turismo sostenibile e all’efficientamento energetico, ed esperti nel settore agroalimentare. Per presentare domanda ci si deve registrare sulla piattaforma online all’indirizzo http://pac01.lavorocalabria.it o si può cercare la pagina Facebook dell’Ufficio Europa del Comune di Rossano. Il termine per inviare le richieste è fissato per il 26 febbraio 2017.

PARTECIPATE. «In molti – ha raccontato nel corso del seminario Benedetta De Vita – mi hanno chiesto se ha senso presentare domanda con una laurea che apparentemente non è attinente, come quella in Scienze Politiche o in Giurisprudenza. A tutti ho risposto di sì, perché, appunto, solo in apparenza non è compatibile. Il bando è rivolto a tutti i laureati, a tutti i giovani che magari per interessi, per un hobby personale, per una passione si scoprono capaci e idonei a dare un contributo per lo sviluppo turistico di questo territorio. Insomma, ragazzi, non scoraggiatevi. Partecipate!»
E dello stesso avviso è pure il consigliere Pasquale Marino, che ha colto l’occasione per congratularsi con i ragazzi presenti e per spronarli a non arrendersi, nonostante le difficoltà: «Credeteci, perché a volte ci sono opportunità che cambiano la vita quando meno ci si aspetta. Spero che presto riusciremo ad aprire lo Sportello Europa. E sarà uno spazio dedicato soprattutto a voi, alle vostre idee, ai vostri progetti».

UFFICIO STAMPA – COMUNE DI CARIATI

Print Friendly, PDF & Email
Facebooktwittergoogle_plusmailFacebooktwittergoogle_plusmail

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta