F. COSENTINO: APPROVATO L’ENNESIMO “BILANCIO TRUFFA” A DANNO DEI CARIATESI.

FacebooktwittermailFacebooktwittermail

LA VOTAZIONE, IN CONSIGLIO COMUNALE, DELL’ULTIMA VARIAZIONE DI ASSESTAMENTO E DI (DIS)EQUILIBRO AL BILANCIO 2019, VA A DESTABILIZZARE RADICALMENTE LE FONDAMENTA DEL BILANCIO COMUNALE E LA TENUTA AMMINISTRATIVA ED ISTITUZIONALE DEL NOSTRO COMUNE.
I DISAGI PER I CITTADINI AUMENTANO GIORNO DOPO GIORNO!
CARIATI: PAESE “OSTAGGIO” DELLA CAPPA DI MALGOVERNO E DELLA SCADENTE CONCEZIONE DEL RISPETTO DELLE REGOLE DEMOCRATICHE ED AMMINISTRATIVE CHE CONTRADDISTINGUONO L’ IRRESPONSABILE MAGGIORANZA COMUNALE.
___________________________________________________________________
– DICHIARAZIONE STAMPA –
Dopo aver approvato un Rendiconto di Bilancio 2018 “TAROCCO”, nell’ultimo consiglio comunale dello scorso 30 Agosto, sono stati approvati un “Assestamento Generale di Bilancio ed una Salvaguardia degli Equilibrio per l’Esercizio 2019” totalmente “FALSI”.
Tale fondamentale adempimento, come è ormai deleteria abitudine di questa Giunta Comunale, anche questa volta, così come ordinariamente è avvenuto in passato (si veda l’approvazione del rendiconto di bilancio 2018), si è concretizzato solo in seguito ad una diffida prefettizia ed è stato approvato, quindi, in ritardo rispetto alla data obbligatoria (31 Luglio 2019).
Lo stesso è stato votato, per di più, senza un chiaro ed obbligatorio numero legale per poter tenere il consiglio comunale.
La variazione di riequilibrio e di assestamento del bilancio 2019 è un vero e proprio “IMBROGLIO”!
Nei fatti, sono stati violati il rispetto del principio del pareggio del bilancio, tutti gli equilibri cui il bilancio è sottoposto.
I dati realistici della gestione finanziaria 2019, mentre i disagi per i cittadini aumentano giorno dopo giorno, fanno chiaramente intravedere un Disavanzo di Gestione e di Amministrazione, per l’evidente squilibrio della gestione di competenza, della gestione dei residui ed anche della gestione di cassa.
Per essere un pò più precisi:
 il Bilancio 2019, così come il rendiconto di bilancio 2018, risultano essere integralmente difformi dal Bilancio Stabilmente Riequilibrato, varato con la procedura di dissesto, approvato dal Ministero e dal Consiglio Comunale e che il nostro ente è tenuto ad eseguire scrupolosamente.
 Nei fatti, non vengono coperti i costi di gestione di tutti i servizi a domanda individuale, del servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani, dei servizi idrico – depurazione – fognatura e di molti altri servizi comunali.
 La spesa corrente dell’anno 2019, così come è già avvenuto nel bilancio consuntivo 2018 rispetto al rendiconto 2017, viene aumentata di € 267.095,13. Le spese correnti 2019 vengono, infatti, incrementate da € 7.200.441,38 ad € 7.467.536,51.
 Nonostante il Comune di Cariati sia in DISSESTO, ci troviamo ancora una volta in presenza del dannoso ed illegale fenomeno della formazione di nuovi DEBITI FUORI BILANCIO. Solo per citarne alcuni: a) la fattura n.01/M del 07.02.2018 di € 1.600,00, non pagata alla ditta Filippo Marino; b) la revoca di grossi e numerosi finanziamenti come quello del mercato ittico, dell’impianto di depurazione di Fiume Nicà; c) Il mancato impegno nei bilanci 2018 e 2019 di molte spese, come ad esempio quelle derivanti da varie fatture relative all’ENEL ed alla Telecom, i mancati pagamenti: alla ditta che ha gestito negli scorsi anni il TUTOR ed a molti altri fornitori del comune, come le ditte che hanno gestito nel corso degli ultimi anni l’impianto di depurazione, la rete fognaria e l’autospurgo.
 Vengono inseriti, in maniera illegittima, nel bilancio nuovi capitoli di entrata, con stanziamenti non giustificati che, quindi, entro la fine dell’anno non si tramuteranno in una effettiva riscossione.
Nello specifico, sono state iscritte nel bilancio 2019 le seguenti maggiori poste contabili:
“RECUPERO EVASIONE IMU ANNI PRECEDENTI” PER € 600.000,00; “RECUPERO EVASIONE SULLA PUBBLICITA’ ANNI PRECEDENTI” PER € 17.000,00; “RECUPERO EVASIONE TARI ANNI PRECEDENTI” PER € 220.000,00; “RECUPERO EVASIONE TASI ANNI PRECEDENTI” PER € 50.000,00; “RECUPERO EVASIONE RUOLO ACQUA ANNI PRECEDENTI” PER € 80.000,00; “RECUPERO EVASIONE SERVIZIO ILLUMINAZIONE VOTIVA CIMITERO CARIATI” PER € 60.000,00; “PROVENTI VIOLAZIONE CODICE STRADA”.
Tutte queste inedite somme di entrate tributarie ed extratributarie, non derivano da una fase accertativa e, tra l’altro, risultano essere prive dei necessari titoli giuridici, delle opportune procedure e della documentazione per il loro inserimento in bilancio.
Una riflessione, solo a titolo di esempio, meritano i “PROVENTI PER LA VIOLAZIONE CODICE STRADA” ed in particolare quelli derivanti dal TUTOR. Quest’ultimi, sono stati ridotti, in seguito alla nostra lettera aperta dello scorso mese di Agosto, da € 600.000,00 ad € 200.000,00 ma il loro mantenimento in bilancio continua a rimanere ancora del tutto abusivo. Questi, infatti, rimangono stanziati senza che, allo stato, esista alcun titolo che ne legittimi l’iscrizione nello stesso documento contabile. Mancherebbero, a tutt’oggi, il contratto sottoscritto tra il comune e la ditta vincitrice l’appalto e la determina di affidamento del servizio. Appare, inoltre, del tutto improbabile che, entro la fine dell’anno in corso, con l’estate alle spalle, si riesca ad incamerare la consistente somma di € 200.000,00. Ciò è tanto più evidente, se si considera l’andamento storico degli incassi di tale entrata e se si tiene presente che, ad oggi, non risulta fisicamente installato alcun TUTOR.
 Nonostante l’aumento della spesa corrente vengono, impropriamente ed irresponsabilmente, del tutto azzerati alcuni capitoli di spesa del bilancio 2019, riguardanti il personale comunale, per la precisione: il “FONDO INCENTIVANTE” per i dipendenti comunali, il “FONDO INCENTIVANTE: CONVENZIONE CON LA SEGRETERIA, INDENNITA’ DI POSIZIONE E FUNZIONI AGGIUNTIVE”, il “FONDO INCENTIVANTE: CONTRIBUTI CPDEL A CARICO ENTE” E “L’IRAP SU INDENNITA’ DEI DIRIGENTI”.
Forse i nostri Dis-amministratori hanno deciso che nel nostro comune si può far anche a meno della obbligatoria funzione del Segretario Comunale???
Sono stati, inoltre, notevolmente ridotti i seguenti e fondamentali altri capitoli si spesa:
“ POLIZIA LOCALE: SPESE GENERALI DI FUNZIONAMENTO – SEGNALETICA, ECC” (si passa da uno stanziamento di € 100.000,00 ad uno di € 36.000,00, con una riduzione di € 64.000,00); “PROGETTO SULLA SICUREZZA STRADALE: ORGANIZZAZIONE – VIABILITÀ – SEGNALETICA, ECC.” (si passa da uno stanziamento di € 16.000,00 ad essere totalmente azzerato); “COLONIA ESTIVA” (si passa da uno stanziamento di € 5.000,00 ad essere totalmente azzerato); “TOPONOMASICA” (si passa da uno stanziamento di € 3.000,00 ad essere totalmente azzerato);”SPESA PER LA CIRCOLAZIONE E LA SEGNALETICA STRADALE” (si passa da uno stanziamento di € 6.000,00 ad essere totalmente azzerato); “SPESA PER LA MANUTENZIONE DELLE STRADE E PIAZZE COMUNALI – SEGNALETICA” (si passa da uno stanziamento di € 110.000,00 ad uno di € 42.000,00, con una riduzione di € 68.000,00); “PROMOZIONE ATTIVITA’ COMMERCIALI ALL’INTERNO DELLA CINTA MURARIA – CENTRO STORICO” (si passa da uno stanziamento di € 6.000,00 ad uno di € 1.000,00, con una riduzione di € 5.000,00);
 L’obbligatorio Fondo Crediti di Dubbia Esigibilità (FCDE), continua ad essere volutamente e spregiudicatamente sottostimato. Lo stesso, infatti, è calcolato su dati parziali, non attendibili e non per tutte le annualità che la specifica normativa richiede. Il FCDE passa da uno stanziamento di € 200.382,83 ad un importo, altrettanto insufficiente, pari ad € 867.095,13. Questa posta contabile, alla pari di come è già avvenuto nell’anno 2018, va a falsificare platealmente quelli che sono gli equilibri di bilancio ed il risultato di amministrazione, in termini di disavanzo di amministrazione. Ciò, è maggiormente grave se si considerano i disastrosi risultati raggiunti, da questa amministrazione comunale, in termini di capacità di riscossione dei tributi e di tutte le entrate comunali. Un Fondo Crediti di Dubbia Esigibilità, calcolato realisticamente, avrebbe dovuto essere iscritto in bilancio per una cifra non inferiore 2.500.000,00/3.000.000,00 di euro. Ciò, perché tale fondo va calcolato sulla realtà degli incassi e degli accertamenti di competenza delle entrate Tributarie ed Extratributarie.
 Non risulta nessun accantonamento in bilancio di somme nei vari Fondi Rischi, contenziosi e spese Future.
 L’anticipazione di tesoreria-cassa, continua ininterrottamente ad essere utilizzata al massimo, con aggravio di costi ed interessi.
È evidente che i nostri amministratori, non ancora contenti dei disastri combinati finora, continuano, ad approvare irresponsabilmente “BILANCI TRUFFA”, a danno della nostra cittadina e dei cariatesi. Questi, da anni, pagano i tributi con le aliquote massime, senza però veder traccia di un effettivo risanamento del bilancio e delle casse comunali (come, peraltro, prometteva il programma elettorale de L’ALTERNATIVA!!!) e, soprattutto, senza ricevere in cambio adeguati servizi essenziali.
I soldi pagati dai Cariatesi e dai contribuenti vengono utilizzati, invece, per finanziare le enormi “falle” del bilancio comunale, create dalla attuale maggioranza amministrativa, per alimentare le tante ed inarrestabili spese correnti, evitabili, inutili e clientelari che, invece di diminuire, sono aumentate.
I consiglieri della maggioranza comunale facciano un serio “bagno di realtà” e di trasparenza.
L’approvazione, nello scorso consiglio comunale, dell’anzidetta variazione di (DIS)equilibro al bilancio 2019, va a destabilizzare radicalmente le fondamenta del bilancio comunale e di riflesso la reale tenuta amministrativa ed istituzionale, attuale e futura, del nostro comune.
Cariati, non può continuare a rimanere ostaggio di questa “CAPPA DI MALGOVERNO” cittadino!
CARIATI 04/09/2019

DOTT. Francesco COSENTINO
COMMISSARIO CITTADINO FORZA ITALIA – CARIATI

Print Friendly, PDF & Email
FacebooktwittermailFacebooktwittermail

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta