“Discariche ZERO impianti mille “

Il sistema dei rifiuti in Calabria, non funziona, l’abbiamo detto e ripetuto più volte ormai, se siamo di nuovo in emergenza in piana stagione estiva il motivo e che abbiamo un ciclo dei rifiuti da rivedere, puntando ad unaraccolta differenziata fatta adeguatamente soprattutto in quelle aree dellanostra regione dove e pressocché inesistente. Nei comuni della provincia di Cosenza, poi, la situazione è molto preoccupante, lo stop al conferimento dei rifiuti negli impianti in questi giorni, tra l’altro di caldo intenso crea disagi notevoli. Se la raccolta differenziata venisse fatta seriamente, i rifiuti accantonati nei cassonetti sarebbero molti di meno di quelli che ci sono adesso. Mentre nel resto d’Italia e d’Europa i rifiuti sono una risorsa, nella nostra terra continuano ad essere un problema e si continuano a scavare buche dove mettere i rifiuti senza affrontare il problema in modo serio e definitivo. Alla nostra Regione servono impianti di trattamento, ed una corretta gestione dei rifiuti, che segua la strada dell’economia circolare che è l’unica percorribile. Non è più tollerabile questo tipo di gestione. Come già in passato ci rivolgiamo ancora una volta alla Regione ed alla Presidente, queste emergenze ormai periodiche vanno assolutamente risolte. La ripartenza della nostra Regione dopo l’emergenza coronavirus che ancora ci tiene con il fiato sospeso e che ci auguriamo passi presto non può non avere come punto di partenza la tutela ambientale, troviamo quindi inspiegabile quello a cui assistiamo. I cittadini non possono continuare a vivere con l’incubo di vedere rifiuti sotto casa, l’ambiente e le nostre città meritano maggiore rispetto e tutela, pertanto auspichiamo ad una risoluzione immediata e non temporanea come sta succedendo da tempo, basta soluzioni tampone. Ribadiamo ancora una volta che le discariche rappresentano l’ultimo anello nella catena nel ciclo dei rifiuti e non il primo. Alla nostra regione dove il malaffare lo fa da padrona servono nuovi impulsi che guardano ai territori, nel rispetto della bellezza, dei sapori e saperi, della cultura e delle tradizioni di cui la nostra terra è piena e che la rendono una delle regioni più belle d’Italia. Ci auguriamo che la ripartenza post Covid anche in Calabria metta al centro l’ambiente così da poter garantire un futuro migliore all’economia ed alla salute di tutti.

Scala Coeli 07 luglio 2020

​Il Circolo Legamebiente Nicà di Scala Coeli

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta