COSENTINO (FI). SI E’ IN PRESENZA DI GRAVI VIOLAZIONI DI LEGGE MENTRE L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE E’ ALLO SBANDO SU TUTTO!

FacebooktwittermailFacebooktwittermail

PERMANE LA SITUAZIONE DI TOTALE ILLEGALITA’ DELLA GIUNTA COMUNALE, DEL SUO OPERATO AMMINISTRATIVO E CONTINUANO A NON ESSERE RISPETTATE LE QUOTE DI GENERE AL SUO INTERNO.
LO SCORSO 20 NOVEMBRE, SI E’ DATO SEGUITO A SEI DELIBERATI DI GIUNTA TOTALMENTE ILLEGITTIMI, CON POSSIBILE “DANNO E RESPONSABILITA’ ERARIALE” ED EFFETTI GIURIDICI NEGATIVI PER IL NOSTRO COMUNE.
COME E’ STATO POSSIBILE ATTESTARE LA “LEGALITA’” DELL’ADUNANZA DI GIUNTA E CONFERIRE “PARERE TECNICO” FAVOREVOLE SUI DELIBERATI IN QUESTIONE?
COME MAI, NESSUNO TRA GLI ASSESSORI, IL SEGRETARIO COMUNALE, I RESPONSABILI DEL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO, SI E’ FORMALMENTE DISSOCIATO DA TALE ILLEGITTIMO “MODUS OPERANDI”?
E’ NECESSARIO RISTABILIRE LA LEGALITA’ E LA DEMOCRAZIA ALL’INTERNO DEL COMUNE DI CARIATI!
___________________________________________________________________
– DICHIARAZIONE STAMPA –

Continua ad imperversare, all’interno della maggioranza comunale che Dis-amministra Cariati, un evidente stato di profonda crisi politica e di conclamato “lassismo” amministrativo-istituzionale.
Mai vista una amministrazione comunale più assente ed improduttiva su tutti i problemi che attanagliano Cariati e l’intero suo territorio!
Si è allo sbando su tutto: dalla sanità all’ambiente, dal decoro all’igiene e pulizia urbana, dal sistema idrico e fognario all’illuminazione pubblica, dai tributi al bilancio e dissesto comunale, dalla gestione del personale e degli uffici comunali alla programmazione amministrativa. Il tutto passando per le problematiche irrisolte del porto e della pesca, dei terreni comunali, delle strade interpoderali, delle scuole, del turismo, del piano spiaggia e di ogni minimo servizio essenziale non garantito.
Basta pensare che Cariati è ridotta “allo stremo” ed il Consiglio Comunale non si riunisce dal mese di agosto!
Cosa ancor più grave è che continua a permanere una consapevole, grave e sostanziale situazione di totale ILLLEGALITA’, all’interno della Giunta Comunale e nel suo operato amministrativo.
La Sindaca di Cariati, in seguito alla restituzione delle deleghe da parte dei consiglieri di MAGGIORANZA Cicciù e Ciccopiedi, ancora non ha inteso mettere mano alla Giunta Comunale, regolarizzandone l’attuale composizione non rispettosa delle quote di genere, così come prescrive la legge.
Non si vuole rischiare, evidentemente, di alterare gli equilibri di potere!
Ad oggi, l’Esecutivo Comunale, continua ad avere un numero di componenti femminili (3 componenti su 4), maggiore rispetto a quello consentito dalla normativa in vigore.
Ricordo, infatti, che l’articolo 20 dello Statuto Comunale di Cariati, il comma 137, dell’art. 1, della Legge n.56/2014 e l’articolo 46, comma 2, del TUEL, la circolare n. 6508 del 24/04/2014 del Ministero dell’Interno, sostanzialmente dispongono che <<nelle Giunte dei Comuni con popolazione superiore ai 3 mila abitanti, nessuno dei due sessi può essere rappresentato in misura inferiore al 40%, con arrotondamento aritmetico>>, includendo nel calcolo dei componenti della Giunta anche il Sindaco.
Il tutto sta avvenendo, nonostante la situazione sia stata, già da tempo, attenzionata al Prefetto di Cosenza e senza che la sindaca abbia inteso dare alcuna spiegazione su quanto sta accadendo.
Anzi, con un’arroganza politico-amministrativa che non ha eguali, è accaduto anche l’inimmaginabile!
La prima cittadina, infischiandosene del rispetto delle normali e civili regole DEMOCRATICHE, “in barba” al rispetto delle leggi e dello Statuto Comunale, alla presenza del Segretario Comunale ha riunito, addirittura, l’attuale ILLEGITTIMA Giunta Comunale, dando seguito a ben SEI deliberati totalmente ILLEGALI (delibere di G.M. dalla n.98 alla n.103 tutte del 20/11/2019).
Con alcune di queste delibere, si sono conferiti importanti incarichi legali e si sono anche assunti impegni di spesa, che possono essere causa di “DANNO e RESPONSABILITA’ ERARIALE” e di effetti giuridici negativi per il nostro Comune.
Come è possibile che la Sindaca, in tali atti, in qualità di presidente della Giunta, abbia potuto attestare la “LEGALITA’ DELL’ADUNANZA” dello scorso 20 Novembre?
Come è stato possibile conferire, su tali documenti amministrativi, un “PARERE TECNICO” favorevole? Esso, infatti, dovrebbe essere rilasciato anche ed appositamente per garantire la regolarità, la legittimità e la correttezza dell’azione amministrativa dei provvedimenti deliberati (ai sensi del combinato disposto degli artt. 49 e 147 bis, COMMA 1 del TUEL).
Come mai nessuno, tra gli Assessori, il Segretario Comunale che ha assisto la Giunta ed i funzionari coinvolti in tali procedimenti amministrativi, si è dissociato formalmente da tale illecito “modus operandi”?
Perché il Segretario Comunale, che ha la funzione di GARANTE del DIRITTO, della LEGALITA’ e della CORRETTEZZA dell’OPERATO AMMINISTRATIVO, all’interno della GIUNTA COMUNALE, ha acconsentito alla deliberazione di tali atti amministrativi illegittimi?
Eppure si è in presenza di GRAVI, EVIDENTI E CONCLAMATE VIOLAZIONI DI LEGGE!
È necessario che intervengano immediatamente le autorità competenti e preposte a ristabilire la LEGALITA’ e la DEMOCRAZIA nel Comune di Cariati! In primis chi ha il potere di vigilanza sugli Organi comunali.
Queste sono state prepotentemente violate e calpestate da una amministrazione comunale arrogante e poco trasparente, che pensa di poter essere al di sopra delle leggi e delle regole e che, giorno dopo giorno, dimostra di non saper amministrare la nostra cittadina, alla quale vengono cagionati danni irreversibili.

CARIATI 28/11/2019
DOTT. Francesco COSENTINO
COMMISSARIO CITTADINO FORZA ITALIA – CARIATI

Print Friendly, PDF & Email
FacebooktwittermailFacebooktwittermail

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta