CARIATI UNITA: Discarica di Pipino. Questa mattina richiesta convocazione consiglio comunale “urgente”

FacebooktwittermailFacebooktwittermail

Il prossimo 24 gennaio a Catanzaro si terrà la Conferenza dei servizi che dovrà decidere se autorizzare o meno l’ampliamento della discarica di rifiuti da realizzarsi in località “Case Pipino” nel Comune di Scala Coeli.

Considerata l’importanza che riveste tale problematica per il nostro comune e il nostro territorio abbiamo richiesto lo scorso 11 gennaio la convocazione di un consiglio comunale aperto per far sentire forte, ribadendo la netta contrarietà del Territorio alla Regione Calabria e a tutti gli Enti partecipanti alla Conferenza dei Servizi.

Purtroppo, il presidente del consiglio comunale ci ha comunicato che la maggioranza (“stante l’impossibilità di raccogliere la presenza di tutti i consiglieri comunali”) non è riuscita a trovare tempo utile per poter tenere prima del 24 gennaio un consiglio comunale sulla problematica discarica di Scala Coeli e che lo stesso si potrebbe tenere non prima del 30.01 prossimo.

Lo stesso presidente del consiglio ci ha comunicato la non necessità di una nuova deliberazione da parte del Consiglio comunale di Cariati, poiché, lo stesso avrebbe già deliberato nel 2017 la propria contrarietà a tale progetto.

Il presidente, purtroppo per lui, viene di fatto smentito dalla nota che il Commissario ad Acta, dott Antonio Infantino, ha inviato lo scorso 10 gennaio al Comune di Cariati, con la quale ha trasmesso il progetto rimodulato dalla società Bieco e con la quale chiede a “tutti gli Enti interpellati sul progetto originario di esprimersi sull’attuale progetto rimodulato”.

Questa mattina abbiamo richiesto, come gruppo consiliare di Cariati Unita al presidente del consiglio di convocare con urgenza e prima della convocata conferenza dei servizi del 24.01 il Consiglio comunale di Cariati per discutere il seguente punto all’OdG: “Contrarietà ampliamento discarica di rifiuti non pericolosi da realizzarsi in località “Case Pipino” nel Comune di Scala Coeli”, e di attivarsi affinché i componenti della maggioranza trovino un po’ del loro tempo da poter dedicare ad una problematica di vitale importanza per il futuro del Nostro Territorio.

Noi di Cariati Unita ci auguriamo che il buon senso prevalga, che si faccia sentire forte la contrarietà del territorio a questo progetto di ampliamento, che ricordiamo nel giugno scorso ha ricevuto il parere negativo della Struttura tecnica di valutazione, attraverso una necessaria nuova deliberazione del consiglio comunale di Cariati.

Siamo ancora in tempo per dare il nostro contributo a bloccare questo scellerato e insostenibile progetto.

 

 

Gruppo Consiliare Cariati Unita

Print Friendly, PDF & Email
FacebooktwittermailFacebooktwittermail

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta