Cariati: maggioranza e minoranza si scontrano a muso duro!

Cambiare la politica, cambiare Cariati è possibile

Facebooktwittergoogle_plusmailFacebooktwittergoogle_plusmail

Maggioranza e minoranza a Cariati si fronteggiano in campo aperto senza mezzi termini. 

Mai come questa volta non se le mandano a dire. Anzi. Da ambo i lati le accuse piovono in modo diretto e pubblico. 

Prima il comizio sul lungomare lo scorso 25 aprile della formazione di Cariati Unita e a seguire, non si é fatto attendere, il comunicato stampa odierno dell’Alternativa. 

Lo scontro, piuttosto duro, non ha risparmiato nulla e nessuno, sia del passato che del presente politico. 

Un copione già visto. Del tutto prevedibile. Gli uni contro gli altri armati. Un paese spaccato giusto a metà. 

Ciascuno ha voluto marcare ed esaltare il proprio impegno nell’interesse generale di Cariati. 

C’è qualcosa di più, tuttavia, da ricavare dal litigio politico tra le due fazioni della politica cariatese.

C’é una massa di problemi irrisolti che insiste sul perimetro cariatese che, ahimè, c’erano prima e ci sono ancora oggi. 

Come del resto sia prima che oggi c’erano in gran parte gli stessi rappresentanti  a parti invertite. 

Non si sa bene cosa ha realizzato finora la doppia governance di Filomena Greco, ma neanche cosa abbia fatto nei dieci anni la precedente amministrazione a guida socialista. 

L’unica differenza, che qualcuno mi obietterà, è il diverso lasso di tempo che caratterizza i due momenti politici. 

Più breve quello che riguarda l’amministrazione Greco, di sicuro più lungo il precedente con un cinque + cinque anni. 

Per molti versi, però, è una Cariati ferma al palo da troppo tempo.

La qualcosa preoccupa e riguarda innanzitutto i cariatesi e gli operatori commerciali e turistici locali, che continuano a investire e a non vedere alcuna programmazione nel medio/lungo periodo. 

Al partito degli scontenti ci sono da aggiungere i non pochi turisti. Ormai stanchi di vedere un territorio poco attrattivo, che va sempre peggio e non solo negli ultimi anni, ma da lungo tempo. 

È compito degli amministratori di maggioranza e minoranza affrontare le criticità e non scontrarsi a soli colpi di comizi e comunicati stampa, rinvenendo il passato. 

Cambiare la politica, cambiare Cariati è possibile. È quello che proviamo a scrivere da anni. L’obiettivo appare irrimandabile, necessario e urgente. 

Va avviata quanto prima una discussione programmatica di ampio respiro. Per la quale serve il contributo fattivo della maggioranza e minoranza. 

Scopo ineludibile per mettere in campo energie, intelligenze, coraggio e passione. Il tutto per ridare un’anima alla nostra cara Cariati. 

Qualcuno può dirlo alla maggioranza e minoranza che siedono in Consiglio comunale?!

Nicola Campoli 

Print Friendly, PDF & Email
Facebooktwittergoogle_plusmailFacebooktwittergoogle_plusmail

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta