CARIATI. Legambiente Nicà interviene sulla questione lungomare/depuratore

Dal 7 agosto nella zona lungomare Cristoforo Colombo di Cariati vige il divieto di balneazione. Tale provvedimento arriva in seguito agli sversamenti fognari che interessano il lungomare.
Questo grave episodio, che tra l’altro ci è anche stato segnalato da molti cittadini del territorio e turisti ci desta particolare preoccupazione oltre che un certo imbarazzo. Oltre ai danni importanti al tessuto economico della città ci sono anche quelli ambientali, gli sversamenti si riversano in mare.
Siamo difronte ad un’emergenza sanitaria ed ambientale. Apprendiamo che l’impianto di depurazione sito in località Fiumenica è stato posto sotto sequestro dalla guardia costiera, stessa misura già adottata in precedenza dalla Stazione Carabinieri Forestali di Rossano.
Ci auguriamo che presto questo problema delicato e serio si risolva  nell’interesse dei residenti, dei turisti presenti, dell’economia locale già provata dal lungo periodo di lockdawon e dell’ambiente, che ancora una volta paga  per cose fatte male dagli uomini, gli stessi che dovrebbero, tutelarlo, preservarlo e proteggerlo.
Il circolo legambiente Nicà di Scala Coeli 
Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta