CARIATI. IMU, PRIMA RATA SCADE MARTEDÌ 16

NOTA STAMPA N.106 – FONTE: COMUNE DI CARIATI (Cs) –10.6.2020


DECRETO RILANCIO,ESENZIONI PER ATTIVITÀ RICETTIVE

I PROPRIETARI DEVONO ESSERE ANCHE GESTORI ATTIVITÀ

CARIATI (Cs), mercoledì 10 giugno 2020 – Decreto Rilancio, sono esenti dal pagamento della prima rata IMU (Imposta Municipale Propria) anno 2020, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività, gli immobili adibiti a stabilimenti balneari marittimi, gli immobili rientranti nella categoria catastale D/2 (alberghi e pensioni), gli agriturismo, i villaggi turistici, gli affittacamere per brevi soggiorni, le case e appartamenti per vacanze, i bed & breakfast, residence e campeggi. – Per tutti gli altri sono confermate le scadenze IMU a martedì 16 giugno per la prima rata d’acconto e al 16 dicembre per la seconda rata, a saldo.  

È quanto fa sapere l’assessore al bilancio e tributi Sergio Salvati informando che l’importo della prima rata (acconto), è pari alla metà di quanto versato a titolo di IMU e TASI per l’anno 2019 e che il versamento della rata a saldo dell’imposta dovuta per l’intero anno dovrà essere eseguito, a conguaglio, sulla base delle aliquote che saranno approvate dal Comune.

L’esenzione riguarda anche gli immobili adibiti a stabilimenti lacuali e fluviali, a stabilimenti termali; ad ostelli della gioventù, a rifugi di montagna, a colonie marine e montane. I possessori degli immobili dovranno presentare la dichiarazione IMU entro il 30 giugno 2021, utilizzando il consueto modello Ministeriale ed indicando nelle note di aver usufruito dell’esenzione della prima rata 2020 in quanto immobile posseduto ed utilizzato dal gestore dell’attività ivi esercitata.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta