Cariati: come si pensa di proseguire?

Entusiasmo dei cariatesi un po' assopito. E di questo siamo un po' tutti preoccupati

Poco più di un anno e mezzo fa, di preciso nel giugno 2016, l’avvocato Filomena Greco ha vinto le elezioni amministrative. La sua maggioranza forte e determinata ha inteso affrontare da subito, senza molti indugi, i tantissimi problemi di Cariati.

Le finanze del Palazzo civico non vivevano una situazione tranquilla. E ne la vivono adesso. Enorme l’esposizione debitoria. Da qui, dopo alcuni mesi dall’avvio della consiliatura, la dichiarazione di dissesto finanziario.

A distanza di tempo, la maggioranza in Consiglio comunale si é frantumata. Qualche avvisaglia si era percepita già prima della scorsa stagione estiva. In Consiglio comunale si é formato il gruppo consiliare Alternativa Democratica.

Se ammesso, come credo, farsi la domanda, mi chiedo. Cosa é avvenuto al punto da scatenare una decisione, altresì, non priva di significato? In fondo c’è stata una rottura nel gruppo che ha vinto le ultime elezioni amministrative. Una circostanza che ha trovato la sua chiara esplosione anche nell’ultimo Consiglio comunale convocato in prima sessione lo scorso 28 dicembre.

Pur consapevoli che il neonato gruppo consiliare sembra voler continuare ad appoggiare l’operato della giunta Greco – ciò dovrebbe però avere un seguito – sarebbe forse il caso di comprendere come si pensa di proseguire, seppure da separati, a realizzare alcuni importanti progetti strutturali, finalizzati al rilancio della comunità cariatese.

Ecco é proprio sui progetti – che dovrebbero dare un nuovo volto a Cariati e che tardano a partire – che si sente la necessità di aprire un confronto vero in seno alla maggioranza vecchia e nuova (?!).

Cariati d’altronde non può perdere l’occasione di “fabbricare” un cambiamento radicale nel modo di fare politica a vantaggio dell’intera comunità. In altre parole, sarebbe ora di definire alcuni obiettivi prioritari – quali? – per guardare realmente al passato come a qualcosa di concretamente superato.

Sicché va alimentato nuovamente l’entusiasmo dei cariatesi che appare un po’ assopito. E di questo siamo un po’ tutti preoccupati, fiduciosi insomma che sia solo qualcosa di passeggero.

Nicola Campoli

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta