AFFRONTARE LE EMERGENZE PRESENTI NEL PORTO.

FacebooktwittermailFacebooktwittermail

Non è una novità che lo stato di abbandono in cui versa il porto turistico di Cariati ormai da troppo tempo è preoccupante.
Moli abbandonati, sporcizia di ogni genere, illuminazione insufficiente.
Poco più di un mese fa, proprio queste criticità venivano fatte presenti dal personale di guardianìa con una lettera indirizzata all’amministrazione comunale.
Nella stessa missiva, venivano specificati alcuni punti critici come l’illuminazione insufficiente su diversi pontili o, ancora, le catenarie e le corde da ormeggio che rischiano una rottura IMMINENTE.
Questa lettera, ad oggi, non ha avuto ancora risposta e non si è effettuato neanche un conseguente minimo intervento.
Fatto questo che, alla luce delle ultime notizie meteo riguardo all’imminente tempesta mediterranea che dovrebbe colpire il Sud Italia, diventa di una gravità inaudita.
Capibile e condivisibile la preoccupazione dei pescatori, i quali sono lavoratori che devono fronteggiare l’inevitabile difficoltà dell’avvicinarsi dell’inverno, delle intemperie del tempo e sono vessati anche da leggi europee stringenti.
Si ricorderà, infatti, lo stato di agitazione della marineria cariatese di poche settimane fa, come protesta contro le direttive europee che rischiano di affossare un comparto già in affanno da tempo.
Si intervenga, dunque, prima che si abbiano ulteriori mortificazioni nei confronti di una delle più antiche attività cariatesi.

Maria Crescente- Consigliere comunale

Print Friendly, PDF & Email
FacebooktwittermailFacebooktwittermail

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta