A Cirò Marina riapre il Museo Civico Archeologico

Dal 2 giugno ritornano le visite dopo il lockdown con l'Associazione Frammenti

La cultura è pronta a riaprire le porte dei suoi musei si preparano infatti a riaprire i battenti dopo il più serrato lockdown. In questo lungo periodo ci siamo abituati a visitare i musei con tour virtuali, a entrare nelle sale dei più grandi musei di tutto il mondo restando comodamente seduti sul divano di casa: tramite visite online in 3D e dirette streaming abbiamo avuto accesso agli archivi storici dei maggiori istituti culturali internazionali, ammirando importanti collezioni d’arte con indosso un pigiama e in mano una tazza di caffè. Ma oggi abbiamo un grande bisogno di realtà, un disperato bisogno. Non dimentichiamolo che a rendere vivi i musei sono le persone e solo l’esperienza reale del museo rende le persone vive. La virtualità non potrà mai sostituire la realtà: per godere dell’arte ci vogliono occhi e cuore. Ma come ripopoleremo quelle sale ricche di magnificenza lasciate per troppi mesi così vuote e immacolate?

A Cirò Marina l’Associazione di volontariato archeologica e culturale Frammenti gestore del Museo Civico Archeologico riapre le porte delle sale del museo sito a Palazzo Porti in piazza Diaz per il primo appuntamento nella giornata del 2 giugno dalle ore 17.30 alle 19.30, come da cartellone programmato già dal 2019 ed interrotto per questo periodo di lockdown, mentre riaprirà tutte le sere a partire dal 16 Luglio al 31 Agosto 2020 ed eventuali altre aperture su prenotazione.

“Non ci saranno viaggiatori e turisti in prima battuta, dunque i Cirotani e paesi limitrofi avranno il privilegio di riscoprire in esclusiva il proprio meraviglioso museo civico, contenitore culturale di un territorio colmo di storia.

Le visite al museo saranno organizzate nello scrupoloso rispetto delle norme di igiene, di distanziamento almeno di un metro tra le persone e l’obbligo della mascherina, all’ingresso i visitatori potranno usufruire di gel igienizzante o di soluzioni idroalcoliche.

Per la riapertura del Museo i locali sono stati sanificati da parte del Comune e sarà prevista la disinfezione quotidiana degli spazi fruibili al pubblico.

Per ulteriori informazioni e prenotazioni vi invitiamo a visitare la pagina Facebook “Frammenti. Associazione di volontariato archeologica culturale”, oppure tramite i numeri esposti sul tabloid all’esterno del museo.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta