28 e 29 luglio la “Musica che gira intorno”, dedicata a Giuseppe Russo

FacebooktwittermailFacebooktwittermail

Una due giorni di intensa musica, e non solo, si terrà nelle serate del 28 e 29 luglio nello splendido e incantevole contesto del porto di Cariati con inizio alle ore 21.00.

Un affascinante evento musicale che richiamerà un nutrito numero di spettatori e che ospiterà autorevoli e affermati artisti italiani e locali. 
Quest’anno la quarta edizione della “Musica che gira intorno“, fortemente voluta da Aldo Fortino, sarà dedicata a Giuseppe Russo, giovane medico cariatese finito inaspettatamente lo scorso mese di dicembre, lasciando un vuoto incolmabile tra i suoi tanti amici che si sono stretti con affetto ai suoi familiari. 

Aldo Fortino, che con Russo ha organizzato con sempre particolare attenzione le precedenti edizioni in occasione della festa della Madonna delle Grazie negli scorsi mesi di settembre, ha ben pensato di anticipare per il 2017 l’ormai consolidato appuntamento cariatese per abbracciare in questo periodo festivo un pubblico più vasto di appassionati e per meglio onorare la figura di Giuseppe. 

Il 28 e 29 luglio saranno diversi i musicisti che si esibiranno sul palco dello spazio portuale. Dal conosciutissimo Ricky Portera a Nicola Polidoro. Da Leonardo Caliguri a Lino De Rosa. Per non dimenticare i tre gruppi Out Side, B774 e Soul Food, quest’ultimo costituito da Giuseppe Russo che nel suo tempo libero suonava deliziosamente il basso, che saliranno sul palco nell’ultima serata del 29 luglio, unitamente a Rosa Martirano e Rolf Meyer-Thibaut.

Nel corso della due giorni saranno in tanti a volere testimoniare il proprio affetto e legame nei confronti di Giuseppe Russo. Infatti, alle esibizioni musicali si alterneranno momenti di riflessione stimolati dalla lettura di alcuni brani, ad opera di Assunta Scorpiniti, Rocco Taliano Grasso, Don Enzo Bagarolo e tanti altri, per sottolineare il grande e immenso cuore che aveva Giuseppe, il quale non mancava mai di porlo con generosità davanti ad ogni cosa.

Insomma, l’appuntamento ha un obiettivo molto importante. Trasferire attraverso l’arte della musica il significato vero della vita e i suoi valori etici e morali, che in fondo hanno sempre contraddistinto la positiva ed encomiabile personalità del medico cariatese, che si é fatto valere e volere molto bene nel corso della sua seppure breve esistenza. 

Print Friendly, PDF & Email
FacebooktwittermailFacebooktwittermail

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta